Droga: arrestato a Milano lo “Scarface” della Comasina, aveva anche un trono alla Tony Montana

MILANO – Un appartamento in zona Comasina come base operativa dello spaccio, e all’interno una sorta di trono dietro a una scrivania, come usava fare il personaggio interpretato da Al Pacino nel celebre “Scarface”, e alle pareti un quadro con il protagonista di quel film, Tony Montana. È la scena comparsa di fronte agli investigatori della Polizia di Stato che, a Milano, hanno arrestato cinque persone nel corso di un’indagine antidroga nel quartiere di periferia ex storica roccaforte della ‘mala’ milanese.
L’elemento di spicco del giro di spaccio, secondo la polizia, era Simone Pittella, pregiudicato come il fratello e legato a famiglie malavitose calabresi. Aveva in casa anche un pitbull, ‘Pablo’ dal nome del famoso trafficante internazionale Pablo Escobar, che il suo padrone usava come nickname sul web. In manette anche Antonio Caputo, di 33 anni, Davide Barretta, di 28, e Daniel Pittella, di 33, tutti pregiudicati. Il centro dell’attività era la casa di Pittella e Maria Emilia Carvelli.