‘Ndrangheta, confiscati beni a due imprenditori

CATANZARO – È in corso un’operazione della Dia di Catanzaro per l’esecuzione di due provvedimenti di sequestro e confisca di beni emessi, rispettivamente, dai Tribunali di Catanzaro e di Crotone nei confronti di due imprenditori crotonesi, attivi l’uno nel campo della lavorazione del legname e l’altro nel settore turistico-alberghiero, ritenuti entrambi contigui alla cosca “Grande Aracri” della ‘ndrangheta.
I provvedimenti traggono origine da complesse indagini condotte dalla Dia di Catanzaro che si basano sugli esiti di accertamenti di natura patrimoniale riguardanti un arco temporale di circa venti anni.
I dettagli dell’operazione resi noti nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo alle 11 nella sede della Sezione operativa Dia di Catanzaro.