Orrore a Rende: trovati 4 cadaveri in appartamento, si tratta di omicidio-suicidio

RENDE – Quattro cadaveri sono stati trovati in un appartamento a Rende. Si tratta di padre, madre e due figli. Secondo una prima ipotesi potrebbe trattarsi di un caso di omicidio-suicidio. Nell’appartamento i carabinieri hanno trovato una pistola che sarebbe l’arma usata per compiere la strage. Il responsabile sarebbe il titolare di un negozio di strumenti musicali, Salvatore Giordano. Il triplice omicidio e il suicidio sono avvenuti in una villetta singola in via Malta, in contrada Cutura di Rende dove viveva la famiglia dell’uomo ed i suoi genitori. La tragedia sarebbe avvenuta la notte scorsa. Alcuni familiari, che vivono vicini, avrebbero detto di avere sentito dei botti e di essere andati a controllare senza ricevere risposta. Oggi alle 14 sono tornati ed hanno fatto la scoperta. I figli, Giovanni e Cristiana, erano poco più che ventenni.
Giordano si sarebbe ucciso sparandosi in bocca dopo avere ucciso moglie e figli. L’uomo, tra l’altro, secondo quanto emerso, oltre a sparare contro le due donne, le avrebbe anche accoltellate. Sul posto sono intervenuti il procuratore di Cosenza Mario Spagnuolo ed il comandante provinciale dei carabinieri Piero Sutera.