Calabria, “Guida per viaggiare con gusto 2017”: Coldiretti scrive a Presidente Anas

CATANZARO – Sulla  realizzazione e pubblicazione,  in collaborazione tra Anas SpA e  “La Repubblica”, di “Autostrada del Mediterraneo – Guida per viaggiare con gusto 2017” imperniata sull’idea di condurre i viaggiatori alla scoperta degli incantevoli itinerari, di vario tipo e natura, che contraddistinguono il Sud Italia e che si incastonano nella già Autostrada A/3, oggi, A2, Coldiretti Calabria ha scritto una lettera all’ing. Gianni Vittorio Armani Presidente e Amministratore Delegato dell’ANAS SpA. Coldiretti ricorda che a luglio 2015, in occasione della settimana calabrese organizzata dalla Coldiretti, aveva presentato nella vetrina internazionale di Expo-Milano alla presenza delle Istituzioni Regionali, Parlamentari, Sindaci, Enti e Associazioni una puntuale pubblicazione   che faceva riferimento all’allora Autostrada A3, nel tratto calabrese da Laino Borgo a Reggio Calabria.  “Pur senza voler vantare un diritto di primogenitura dell’idea, scrive il Presidente della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro,  esprimiamo  soddisfazione per guida che trova una straordinaria sintonia con quella di Coldiretti Calabria.  La nostra pubblicazione “Da/by 32 Porte da Laino Borgo a Reggio Calabria per connetterti con la Calabri@” (vedi la cartina nella foto) contiene una rappresentazione scritta e di dettaglio, che offre la possibilità al viaggiatore/turista  di visitare “strada facendo” (in Calabria, sono 293,3 i km di percorrenza) anche località uniche, di assaporare il nostro cibo, di vedere paesaggi mozzafiato di imbattersi in un incrocio di civiltà. L’ambizione  – si legge nella lettera – era quella che una importante arteria, considerata, nell’immaginario collettivo eterna incompiuta e in perenne manutenzione, potesse diventare in positivo, la porta di ingresso, per far gustare, ammirare e apprezzare le bellezze della Calabria. L’iniziativa,  con tutto quello ad essa connesso, suscitò una ampia condivisione e una vasta eco e l’obiettivo era quello di dare corpo alla realizzazione del progetto e far diventare, questa importante infrastruttura stradale, “la strada del gusto, dei sapori, dei saperi e delle civiltà”. Fa  davvero piacere – si rivolge Molinaro all’ing. Armani,  di questa sintonia e comune sentire, per far conoscere e scoprire attraverso la A2, una parte importante del mezzogiorno e per quanto ci riguarda la Calabria  con i suoi sistemi turistici, i beni archeologici, i paesaggi, la cultura e tanto altro. Con la rinnovata Autostrada, che nelle intenzioni sarà sempre più smart, sono convinto, che abbiamo la capacità di offrire, nell’intero arco dell’anno i nostri “turismi” ( enogastronomici, culturali, ambientali, termali, sportivi, estivi, invernali, religiosi etc.) e imboccare intelligentemente la strada di un nuovo modello di sviluppo che trae nutrimento dai numerosi punti di forza che abbiamo. Non devo convincerLa – continua la lettera –  che con la nostra tenacia e voglia di fare, possiamo tangibilmente contribuire  ad un trionfo di una sempre più nuova e moderna Regione. In ragione di tutto questo, non chiediamo “i diritti d’autore” – conclude Molinaro – ma un incontro al Presidente Armani  al fine di programmare insieme una serie di iniziative.