Cariati, Grotta dei Desideri: il 24 settembre la consegna delle borse di studio

CARIATI – Si terrà domenica 24 settembre, a partire dalle 18:00 in piazza Rocco Trento, la tappa finale 2017 di Grotta dei Desideri, l’eccezionale kermesse dedicata al mondo della moda. L’evento, che storicamente si svolge ad Amantea, per il secondo anno di seguito viene ospitato nella sua fase conclusiva dalla cittadina del Basso Ionio cosentino.

Un abbraccio ideale tra Ionio e Tirreno nel segno della moda. Già lo scorso anno la trasferta della Grotta dei desideri, approdata a Cariati per la consegna delle borse di studio ai vincitori, era stata etichettata indicando geograficamente il destino condiviso dai due comuni: le prime o le ultime, a seconda dei casi, città ricadenti nella provincia di Cosenza su entrambe le coste. A distanza di un anno da quella iniziativa, Amantea e Cariati, Ionio e Tirreno, si ritrovano a stretto contatto per accogliere in uno scenario d’incanto, dall’alba al tramonto, gli stilisti che nel mese di agosto hanno decretato il successo della kermesse: dalla Toscana l’estrosità di Federico Stefanacci, a lui il primo premio da 2 mila euro; dalla Calabria la ricercatezza di Benedetto Talarico, secondo classificato con un riconoscimento da 700 euro; e infine la sartorialità di Stefania Voria che si è aggiudicata il premio speciale messo in palio dalla rivista La Mia Boutique. Saranno loro a incantare i presenti con abiti frutto dello studio e della propulsione all’innovazione che certamente contribuiranno alla loro affermazione nell’olimpo del made in Italy.

«È per noi un immenso piacere accogliere e ospitare un evento così prestigioso come è Grotta dei desideri – ha dichiarato la sindaca di Cariati Filomena Greco – . Il lavoro fatto in questi anni dal direttore artistico e ideatore della manifestazione, Ernesto Pastore, dovrebbe ispirare i nostri giovani. Perché, con dedizione e caparbietà, è riuscito in un’impresa che a molti in Calabria troppo spesso sembra impossibile: creare un appuntamento d’eccellenza, capace di ottenere plausi e consensi nel panorama nazionale e internazionale dell’arte e della moda. Siamo già in trepida attesa, curiosi di conoscere anche quali saranno gli approdi futuri della kermesse».

«Con gioia – spiega il direttore artistico della kermesse Ernesto Pastore – abbiamo accettato nuovamente l’invito del sindaco Filomena Greco di tornare a Cariati. Grazie alla fortunata esperienza dello scorso anno la Grotta dei desideri ha ampliato i propri confini realizzando un calendario di iniziative che si concretizzano non solo in Calabria. Tra ottobre e novembre, infatti, presenteremo presso la Rome University of Fine Arts l’edizione 2018 che sarà ricca di novità. La Grotta dei desideri cambia pelle: a partire dalla quattordicesima edizione si chiamerà infatti “GDD FASHION WEEK”, aprendosi di fatto ad una connotazione più internazionale, ma mantenendo ben ferme le proprie origini. Questo primo step evolutivo prenderà forma e sostanza proprio a Cariati».

La serata prevista per il 24 settembre non sarà però una semplice cerimonia di consegna di un premio, ma un momento di approfondimento e di confronto per programmare il futuro e favorire la crescita della Grotta dei desideri negli anni a venire.

Alla tavola rotonda prevista, oltre a Filomena Greco, che farà gli onori di casa, parteciperanno l’assessore al turismo del comune di Amantea Concetta Veltri, il responsabile commerciale per la Calabria e la Basilicata di Banca Mediolanum Ugo Lombardi, Jessica Pisani e Fausto Laganà coordinatori del progetto editoriale Calabria’s, Davide Marano, in rappresentanza dell’azienda di famiglia Fratelli Marano specializzata nella lavorazione dei fichi secchi del cosentino, e Federico Lorelli, odontoiatra che presso il suo studio di Vibo Valentia ha introdotto l’uso dell’immagine nel rapporto medico-paziente. Grazie al loro supporto è stato possibile strutturare un fondo capitale di formazione tra i più alti a livello nazionale.

Non mancheranno chiaramente i momenti di spettacolo. Durante la cerimonia, infatti, è prevista una estemporanea di gioielli contemporanei curata dalla designer rionerese Daniela Moretti che lo scorso anno presentò una sua creazione dedicata alla città di Cariati.