Catanzaro, l’arte di Nik Spatari all’università Magna Graecia

CATANZARO – L’Università degli Studi“Magna Graecia” di Catanzaro, Alta Formazione, Master in Beni culturali e beni ecclesiastici- analisi, gestione, fund raising- martedì 27 giugno, con inizio alle ore 11:30, celebrerà l’arte, la forza creatrice di Nik Spatari con un evento a lui dedicato presso la sede della facoltà di Sociologia. La manifestazione, intitolata “Nik Spatari: un maestro dell’arte e del Paesaggio”, che avrà il proprio fulcro in una Lectio Magistralis dell’artista, prevede i saluti del presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, l’introduzione del prof. Antonino Mantineo, Direttore del Master in Beni culturali e Beni ecclesiastici, gli interventi della prof.ssa Teodolinda Coltellaro, critico d’arte del Comitato Scientifico del MARCA e del prof. Vittorio Politano, vice direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. L’importante iniziativa si offre come momento conoscitivo e di analisi dell’opera del Maestro Spatari, proponendo agli studenti un coinvolgente viaggio nel suo straordinario universo creativo, amplificato e reso ancora più affascinante dalla sua diretta testimonianza.
L’evento intende ripercorre la sua avventura utopica di uomo e di artista che, dopo aver attraversato il mondo e l’Europa e aver ricevuto unanimi riconoscimenti alla sua arte, è ritornato nella sua amata Calabria, nella natia Mammola, per immergersi nell’infinito sogno del MuSaBa (Museo Santa Barbara), immenso Parco Museo Laboratorio in progress che si estende tra le valli del Torbido, tra gli aspri e affascinanti paesaggi della Locride.
Nella dimensione paesaggistica naturale in cui sorge, dominano l’arte e la bellezza e lì si snoda il racconto dell’incredibile sogno cui ha dato concretezza Nik Spatari insieme alla sua indomita compagna, l’olandese Hiske Maas che ne sostiene i passi e ne motiva a tutt’oggi il libero fare creativo.