Crotone: controlli amministrativi della Polizia, sanzioni

CROTONE – In data 04 gennaio u.s., personale della Questura di Crotone Divisione P.A.S.I. – Squadra di Polizia Amministrativa, unitamente a personale dell’U.P.G.S.P. e a personale della Polizia Municipale di Crotone, nell’ambito dei servizi relativo al Piano d’azione nazionale e transnazionale denominato “Focus ‘ndrangheta”, ha eseguito numerosi controlli amministrativi in questo centro.

In particolare, all’esito di un controllo di un distributore automatico ubicato sul lungomare cittadino, alle ore 06.13, si è riscontrato che lo stesso erogava, previo pagamento di una somma in denaro pari a € 1, una bevanda alcolica in vetro (birra) marca “Peroni” del contenuto di cl 33, avente gradazione alcolica di 4,7%. Quanto sopra in violazione di quanto previsto dall’art. 14 bis comma 2 della legge n. 125/2001 “legge quadro in materia di alcol e di problemi correlati”, che prevede: “il divieto di vendere o somministrare alcolici su spazi o aree pubbliche diversi dalle pertinenze degli esercizi dalle ore 24.00 alle ore 07.00, compresa la distribuzione o vendita attraverso i distributori automatici nella medesima fascia oraria”. Si procedeva di conseguenza ad identificare la titolare della predetta attività e ad elevare la relativa contestazione di violazione amministrativa per un importo pari a € 10.000,00 in misura ridotta;

Successivamente, si procedeva ai seguenti controlli:

• attività per la somministrazione di alimenti e bevande ubicata in questa via Nazioni Unite, ove si riscontravano le violazioni della “mancanza del listino prezzi compreso l’elenco delle bevande alcooliche”, per una sanzione di importo pari a € 308,00 in misura ridotta e della “mancanza del cartello indicante gli orari di apertura e chiusura dell’attività e del giorno di riposo settimanale”, per una sanzione di importo pari a € 308,00 in misura ridotta;

• attività per la somministrazione di alimenti e bevande, ubicata in questa via Nazioni Unite, ove si riscontrava la violazione di cui all’art. 64 comma 1 del d.lgs 59/2010 e art. 10 comma 1 e 3 della legge n. 287/91 “apertura di esercizio pubblico senza autorizzazione/scia”, per una sanzione di importo pari a € 5.000,00 in misura ridotta;

• attività di vendita di prodotti di genere non alimentare ubicata in questa zona industriale, ove si riscontrava la violazione di cui all’art. 11 comma 3 e art. 22 comma 3 del d.lgs n. 114/98 “orari di vendita – omessa pubblicità dell’orario adottato”, per una sanzione, prevista per le attività di vendita al dettaglio, di importo pari a € 1.032,00 in misura ridotta.