Il Corap partecipa alla IX Edizione del Sicon, workshop scientifico sui “Siti contaminati” e sulle esperienze negli interventi di risanamento

TAORMINA – Si è svolto nei giorni del 8-9 e 10 febbraio, presso la sala convegni dell’Hotel Diodoro in Taormina la IX° Edizione del SICON, il Workshop scientifico sui “SITI CONTAMINATI” e sull’ Esperienze negli interventi di risanamento”.
La manifestazione, le cui precedenti edizioni si sono svolte a Roma, Brescia e Taormina, è stata organizzata dai gruppi di Ingegneria Sanitaria-Ambientale di Università degli Studi di Brescia, Università degli Studi di Catania e SAPIENZA Università di Roma in collaborazione con l’ANDIS (Associazione Nazionale di Ingegneria Sanitaria-Ambientale), il GITISA (Gruppo Italiano di Ingegneria Sanitaria-Ambientale) ed il CSISA Onlus (Centro Studi di Ingegneria Sanitaria Ambientale) di Catania. Il SiCon è stata un’occasione di proficuo confronto tra gli operatori del settore ed ha messo a disposizione dei partecipanti un ampio quadro di quanto è stato ad oggi realizzato nel campo delle bonifiche, con specifico risalto agli aspetti tecnico-operativi. Nel corso della Sessione di Studio n.2 su “Suoli e Acquiferi contaminati” è stato presentato il progetto redatto dal CORAP e riguardante l’ INTERVENTO DI REALIZZAZIONE BARRIERE FILTRANTI ALL’INTERNO DEL FIUME MESIMA ED UTILIZZO DI BIOATTIVATORI A BASE ENZIMATICA (caso di studio n. 6). Il progetto è stato selezionato dal comitato scientifico ed organizzativo del Workshop ed è stato pubblicato nel volume di raccolta degli atti del convegno, a cura dei Professori Maria Rosaria Boni, Carlo Collivignarelli e Federico G.A. Vagliasindi.