Reggio Calabria: furto pluriaggravato di energia elettrica, arrestato 62enne

REGGIO CALABRIA – Nell’ambito del Piano di Azione Nazionale e Transnazionale denominato Focus ‘ndrangheta, il Nucleo Volanti della Questura di Reggio Calabria ha arrestato un sessantaduenne colto in flagranza di reato di furto pluriaggravato di energia elettrica in danno del Comune di Reggio Calabria. Nel corso dei servizi, predisposti dal Questore della Provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, durante un controllo di Polizia nell’abitazione dell’uomo, ristretto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, in particolare per furto, ricettazione e per reati in materia ambientale, gli Agenti hanno notato che, pur non essendo presente il contatore dell’energia elettrica all’interno dell’appartamento, tutti gli apparecchi elettrodomestici erano in funzione grazie ad un fraudolento allaccio abusivo al contatore comunale ubicato all’interno del condominio e destinato ai soli servizi di illuminazione comuni. Da tale unico contatore, con il supporto del tecnico verificatore di ENEL Distribuzione e del funzionario responsabile della pubblica illuminazione di Reggio Calabria, intervenuti sul posto a richiesta degli operatori di polizia per un controllo congiunto, si accertava che vi erano collegati due fili che alimentavano l’utenza del reo sita al I° piano del fabbricato