Reggio Calabria, Premio Fabrizio De André: sabato 1 luglio le finali regionali

REGGIO CALABRIA – È tutto pronto per il primo, grande evento dell’ “Estate Reggina 2017”.

La città dello Stretto, infatti, sabato sera (1° luglio) ospiterà la serata finale della selezione regionale dell’importante Premio Fabrizio De Andrè, evento patrocinato dalla Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus, che da sedici anni a questa parte ha come scopo la promozione di autori, compositori, interpreti ed esecutori di musica italiana esordienti o comunque non noti al grande pubblico, dotati di una creatività libera e scevra da tendenze legate alle mode, ai generi e ai falsi concetti di commerciabilità, al fine di ridare originalità e vitalità alla produzione artistica.

Sul grande palco allestito nell’incantevole scenario naturale dell’Arena dello Stretto, a partire dalle ore 21.30, infatti, si alterneranno, l’uno dopo l’altro, gli artisti calabresi selezionati nei giorni scorsi dalla Sveva Edizioni – nuovasocietà editoriale e, al contempo, discografica calabrese fondata daAntonio Marino, stimato medico psichiatra reggino che già in passato ha fatto parlare di sé in ambito regionale come promotore di iniziative culturali tramite la vivace attività della Fondazione Giuseppe Marino – delegata, in esclusiva regionale alla selezione dei migliori artisti del territorio dalla direzione nazionale del Premio.

Le selezioni regionali del Premio, giunto alla sua XVI edizione, nei giorni scorsi hanno visto l’indirizzo di posta elettronica di Sveva letteralmente inondato di promo di artisti residenti in Calabria. “Sono molto soddisfatto per la grande partecipazione di artisti provenienti da tutto il territorio calabrese e per l’altissima qualità media dei brani presentati in concorso per questa fase di selezione regionale” ha dichiarato il dott. Marino, che dopo aver messo su con coraggio una splendida, nuova realtà culturale qual è Sveva Edizioni sta, passo dopo passo, dando forma al suo sogno di creare una fucina di giovani talenti da lanciare nell’universo musicale italiano ed internazionale. “Le selezioni regionali di un premio prestigioso ed importante qual è il Premio De Andrè stanno dimostrato appieno la veridicità di ciò che ho sempre creduto: la Calabria è una terra piena di talenti nascosti…e noi siamo qui per trovarli e portarli allo scoperto!”.

Dei tanti gruppi calabresi che si sono messi in gioco partecipando al concorso e inviando i loro brani originali, quelli selezionati dalla giuria, che, in quanto tali, si esibiranno avendo sullo sfondo lo spettacolare Stretto di Messina, sono tutti provenienti dal Reggino e dal Cosentino.

Tra i musicisti della provincia più meridionale della Calabria, l’ok della giuria è arrivato per i gruppi Mattanza, Nigro, QuartAumentata e Uvì e per le cantautrici Tiziana Serraino e Valentina Sofio; mentre dalla provincia più settentrionale sono passati alla finale regionale i Villazuk e i cantautori Andrea Romano Forciniti e Sasà Calabrese.

Ciascuno di questi artisti concorrerà eseguendo dal vivo due brani originali, che verranno valutati da una Giuria altamente specializzata, composta dal noto giornalista e critico musicale Carlo Massarini, da Teresa Mariano,  produttore artistico ed esecutivo di artisti e eventi musicali e dal
direttore artistico del Premio intitolato all’indimenticabile Faber, Luisa Melis.

Nel corso della serata, che sarà ad ingresso libero, si esibirà in qualità di ospite fuori concorso anche il cantautore Fabio Macagnino, che per l’occasione presenterà, in anteprima nazionale, il singolo “Garofano e Cannella” – chedomani (venerdì 30 giugno) uscirà su tutte le piattaforme digitali (iTunes, Spotify, YouTube, Freezer ecc.) e, al contempo, sarà inviato a tutte le radio italiane – in attesa che nel prossimo autunno veda la luce l’album del talentuoso artista reggino, che rappresenterà la prima produzione discografica targataSveva Edizioni.

Tra i nove partecipanti alla finale calabrese, la giuria selezionerà almeno un artista che andrà alle semifinali nazionali, in programma nei prossimi mesi, prima della finale nazionale, che, come da tradizione, a fine anno, decreterà il vincitore dell’ambito premio intitolato all’indimenticabile Faber nella prestigiosa cornice dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.