Finanziamento di 985mila euro per l’adeguamento del depuratore di Borgia, martedì la firma della convenzione

BORGIA – Un finanziamento di 985 mila per l’adeguamento della piattaforma depurativa di località Malaidi a servizio del centro abitato di Borgia. Il Comune di Borgia “incassa” dalla Regione Calabria le risorse necessarie alla realizzazione di opere fognarie di collegamento delle zone non servite e il ripristino della funzionalità degli impianti di sollevamento fognari, nell’ambito dei fondi a disposizione attraverso il Patto per lo sviluppo della Calabria. La deliberazione della Giunta regionale che anticipa la sigla della convenzione è datata 8 febbraio: il sindaco di Borgia, Elisabeth Sacco, firmerà l’importante provvedimento martedì 20 febbraio nella sede della Cittadella Regionale.
Un progetto, quello per l’adeguamento della piattaforma depurativa che è stato finanziato, risalente nel tempo ma ripreso con determinazione dell’Amministrazione Sacco che, sin dal proprio insediamento, ha concentrato l’attenzione sulla risoluzione di problematiche ataviche ed urgenti come la depurazione e la raccolta dei rifiuti. Il progetto è stato riattivato in seguito all’istituzione di una task force regionale che ha verificato l’idoneità dell’impianto progettuale, e della conseguente richiesta di finanziamento, al superamento delle problematiche del Comune di Borgia e della procedure di infrazione. “Non possiamo che ritenerci soddisfatti dell’approvazione del progetto perché puntiamo alla totale copertura degli interventi per l’adeguamento dell’impianto e quindi l’uscita del Comune dalle procedure di infrazione – ha dichiarato il vice sindaco Leonardo Maiuolo che ha seguito con determinazione la ripresa del progetto e collaborato con i tecnici della task force regionale -. Un anno fa abbiamo aperto il depuratore: questo progetto è in linea con l’azione programmatica dell’Ente nell’ottica di un efficientamento dell’impianto fognario. Non dimentichiamo .- conclude Maiuolo – che abbiamo ottenuto anche un finanziamento di 117 mila euro per l’efficientamento delle pompe di sollevamento a mare. Ce la stiamo davvero mettendo tutta”.