Lamezia, Cristiano: “Il dirigente Zucco chiarisca sul mancato avvio del servizio VAT”

LAMEZIA TERME – “Purtroppo con grande sconforto non possiamo non rendere pubblico il nostro disappunto per quello che sta accadendo, circa il servizio VAT (Volontari Ausiliari del Traffico) che sarebbe dovuto iniziare già da parecchio tempo, ma ancora non vede la luce. Ripercorriamo brevemente la vicenda che ci ha visti impegnati negli ultimi due anni come Consiglio Comunale. Il 26 dicembre 2016 veniva approvato dal Consiglio Comunale il nuovo regolamento Vat , che comporta una serie di servizi utili alla cittadinanza, tra cui il servizio presso le scuole cittadine, per la tutela dei bambini e non solo, il presidio di parchi e giardini contro l’inciviltà diffusa e tanto altro. Lo stesso regolamento prevede che il servizio sia gestito dal Comandante della Polizia Locale, Salvatore Zucco. La parte politica ha quindi completato il suo percorso il 26 dicembre 2016. A distanza di un anno circa, moltissimi cittadini si interrogano sul mancato avvio del servizio, comprese le 50 persone risultate idonee nella selezione pubblica. E’ opportuno, quindi, conoscere le cause di tale incomprensibile ritardo circa l’avvio del servizio che mio avviso è intollerabile. Ricordiamo che un regolamento comunale è equiparato, con le dovute proporzioni, ad una legge emanata da un Parlamento, naturalmente circoscritta all’ambito comunale. Ovviamente, è stato creato un grave disagio a tutta la cittadinanza in maniera particolare hanno pagato “dazio” le scuole lametine private di un servizio utile, con un caos non sopportabile. E’ noto che la burocrazia nel nostro Paese è una zavorra e la nostra città si mantiene, purtroppo, in linea con il trend nazionale. Il dato certo, in attesa di avere un riscontro alle lecite richieste dei lametini, è che un “servizio standard” presente in altre località della Penisola nella nostra città non è ancora partito dopo troppo tempo, vanificando al momento anche una selezione pubblica che ha visto risultare idonei 50 cittadini di questa città, che già da parecchio avrebbero potuto dare il loro utile apporto alla collettività”.

Massimo Cristiano (Consigliere Comunale MTL)