Lamezia, presentato triangolare benefico “Un goal per un sorriso”

LAMEZIA TERME – È stato presentato ieri pomeriggio il triangolare benefico “Un goal per un sorriso” che si svolgerà sabato prossimo alle ore 17 allo stadio Guido D’Ippolito. Nell’accogliente Sala Convegni della Raffaele Spa, l’organizzatore Felice Costanzo ha ricordato l’origine della manifestazione. “Il vero ideatore – ha sottolineato – è Don Pasquale De Fazio, che mi ha contattato un anno fa per realizzare un parco giochi per bambini diversamente abili al Paco Impastato, poiché in città a Lamezia non ce n’era uno. Dunque abbiamo pensato ad un evento che coinvolgesse, come avevo fatto in passato, la Nazionale Attori con cui sono in ottimi rapporti. Al pari della squadra delle vecchie glorie del calcio calabrese con in primis il mio amico Adriano Banelli. E così, sulla scorta dei precedenti eventi a favore dell’Unitalsi e dell’Aism, ecco Un goal per un Sorriso, tra l’altro riprendendo quest’abitudine dopo diversi anni. Un ringraziamento va alla famiglia Raffaele, tra le aziende storiche di Lamezia Terme che ha inteso ricordare il fondatore della stessa, Armando Raffaele col 1° Memorial a lui dedicato”. Per l’occasione Costanzo ha ricordato i prezzi dell’evento: 5 euro per le curve; 7 per i distinti e 10 per la tribuna e che la prevendita procede spedita.

Parola poi a Salvatore Raffaele, in rappresentanza di tutta la famiglia: “Per noi aver contribuito a questa iniziativa benefica è motivo di grande gioia. Il fine delle imprese non deve essere solo quello economico bensì anche umano e sociale. Ringrazio per la disponibilità sua Eccellenza  il Vescovo Cantafora, il sindaco Mascaro e tutti i cittadini lametini che siamo certi saranno presenti sabato al D’Ippolito. Sono particolarmente lieto perché spesso su Lamezia passano notizie negative che un po’ deprimono, ed invece bisogna far risaltare le tante cose positive che ci sono e questa manifestazione lo è”. A margine della presentazione, Salvatore Raffaele ha smentito a tv e stampa che la sua famiglia acquisirà il Catanzaro Calcio.

E’ toccato poi a Don Osvaldo Gatto in rappresentanza della Diocesi di Lamezia sottolineare: “Oltre al fatto che – sorride – ci stiamo allenando per non sfigurare,  la carità è la nostra vocazione, per cui in manifestazioni del genere siamo sempre pronti a contribuire per fare del bene. In particolare in questa occasione di solidarietà siamo felici di poter dare il nostro contributo sulla scorta del progetto ‘Villaggio della carità’ iniziato lo scorso anno”. La conferenza si è arricchita anche di due saluti telefonici da parte dell’attore siciliano Francesco Giuffrida, referente della Nazionale Attori (nel suo curriculum anche ‘Carabinieri’ su Mediaset ed il giudice Livatino in ‘Luce verticale’) e Adriano Banelli, ex bandiera del Catanzaro, entrambi felici di partecipare con le rispettive Rappresentative.

Quindi chiusura con Graziella Astorino ed il sindaco Mascaro: “E’ un’idea spaventosamente bella – ha evidenziato l’assessore allo sport -, anche i bambini disabili hanno il diritto di giocare e divertirsi, e noi contribuendo tutti a questo parco giochi nello splendido Impastato diamo loro questa sacrosanta possibilità. E di ciò ne daranno atto anche gli stessi genitori dei bimbi, perché quando si associa l’aspetto sportivo a quello sociale si crea un percorso virtuoso, fatto sì di carità ma anche di solidarietà che deve unire tutta la città. A tal proposito invito tutti i cittadini di Lamezia a partecipare sabato al D’Ippolito e che sia un inno alla raccolta fondi per una causa giustissima”.

Alquanto soddisfatto dell’evento il sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro: “Sono iniziative come queste che fanno tornare il sorriso e ti mettono di buon umore – sottolinea -, condivido il pensiero di Salvatore Raffaele e cioè che gli imprenditori debbono andare oltre al profitto economico, ma pensare anche al bene comune e spendersi in tal senso come ha fatto in quest’occasione la famiglia Raffaele. Lamezia sta facendo passi da gigante sul piano umano e sociale, viste le tante iniziative in tal senso, non ultimo la grande richiesta dell’adozione di spazi verdi della città. Città tra le poche a poter vantare un parco inclusivo quale quello dell’Impastato. Ringrazio tutti: dagli organizzatori alla chiesa, agli imprenditori, alle due squadre di attori ed ex calciatori: tutti, compresi i cittadini dobbiamo dare uno schiaffo virtuale a chi vuole il male di Lamezia e tutti dobbiamo sentirci parte della comunità. Partiamo da questi esempi positivi e facciamo in modo che sabato al D’Ippolito sia una festa di sport e solidarietà, e che nei giorni successivi la stampa sempre puntuale e presente ribalti la vera immagine positiva di Lamezia Terme che è quella di manifestazioni come ‘Un Goal per un Sorriso’ ”.