Febbraio 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

5 fatti sul film Netflix di Alejandro González Iñárritu

Bardot, Falsa cronaca di fatti certi È un film Netflix Il più atteso dell’anno Il nuovo film del pluripremiato regista messicano Alejandro Gonzalez Iñárritu Suggerire Un viaggio surreale, un ritorno al suo paese d’origine per realizzare film e una storia dai risvolti autobiografici. Superata la Mostra del Cinema di Venezia, il film è salito sul podio, ed è stato uno dei pochi lavori d’autore ad essere presentato.

di cosa sta parlando?

Da Netflix, hanno definito il film come “un’esperienza epica, visivamente sbalorditiva e coinvolgente che racconta il viaggio intimo e toccante di… Silverio, famoso documentarista messicano che vive a Los Angeles, dopo essere stato insignito di un prestigioso riconoscimento, deve tornare nel suo paese.E il Senza sapere che questo viaggio lo porterà al limite della mia esistenza. L’assurdità dei suoi ricordi e delle sue paure si è fatta strada fino al presente, permeando la sua vita quotidiana di smarrimento e stupore.” La verità è che Iñárritu ha puntato molto sulla sensualità in questo film e ha mostrato il suo lato più sperimentale, lasciando da parte la maggior parte delle formule hollywoodiane come quello che ha usato prodotto.

Fantastico – Immagine: Netflix

Chi agisce?

Il personaggio principale è responsabile di Daniel Jiménez Cachoil prolifico attore che abbiamo visto ultimamente memoria E anche nel film Santiago Mitre la gamma, che interpreta una sorta di alter ego di Iñárritu. Inoltre, l’attrice argentina si unisce al cast Griselda Ceciliani e accompagnarla Iker Sanchez Solano, Leonardo Alonso, Andres Almeida, Ximena Lamadrid, Ruben Zamora, Fabiola Guajardo, Omar Leyva S Grantham Coleman.

Chi l’ha creato?

Il film è diretto dal messicano González Iñárritu, che anche in questa occasione condivide il compito dello sceneggiatore argentino. Nicola Jacoboncon cui ha già collaborato Bellissima S un uccello. Spicca anche il team tecnico Dario Khonji Nella fotografia e nella musica era responsabile Brice Dessner.

READ  Segui il Giubileo della Regina Elisabetta II. La prima apparizione del principe Harry e Meghan
Bardot, Falsa cronaca di fatti certi. Immagine: Netflix.

Cosa dice la recensione?

I critici sembrano concordare sul fatto che González Iñárritu abbia realizzato un film così personale da diventare istintivo. Alcuni addirittura azzardano che si tratti di un lavoro fatto per compiacerli, non solo per gli aspetti autobiografici e la scelta del loro nativo Messico per le riprese, ma anche per la natura criptica del film. Dove Pagina 12 E hanno parlato dell’incoerenza del testo e della ripetitività del regista, che “ha realizzato uno dei suoi soliti film ambiziosi carichi di nichilismo, e vi ha aggiunto scene il cui peso metaforico cade sotto il peso dell’ironia. Sono due ore e mezza, lunghissime, piene di miracoli tecnici che portano al nulla stesso.“.

Dove micropsia Inoltre non avevano le migliori opinioni per il New Mexican: “Non ci sono quasi standard che spieghino uno spettacolo horror freddo , Almeno nel cinema professionale. Lo spreco di talenti qui è così brutale (…) che peggiora il film ad ogni svolta. “Da giornalista hollywoodiano Lo ha descritto come “autoindulgente” e lo ha anche paragonato Grande bellezza Da Paolo Sorrentino, somiglianza che si intravede già dal trailer. Infine entrambi diversi Anche altri media hanno sottolineato l’inevitabile presenza dell’influenza di Federico Fellini.

C’è un rimorchio?

Guarda il trailer di Bardot, Falsa cronaca di fatti certi prossimo: