Settembre 30, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

5 mercati favoriti dalla Fed più aggressiva

Esamineremo 5 mercati (4 azioni e 1 valuta) che trarranno vantaggio se la Fed alla fine restringerà il ciclo di rialzo dei tassi più del previsto, una possibilità che non può essere esclusa in questo momento.

Al momento la Fed ha dovuto dimenticare la roadmap iniziale, che prevedeva un aumento dei tassi di interesse di 50 punti base, e ieri, mercoledì, ha deciso sulla base di 75 punti base, cosa che non si vedeva negli ultimi 28 anni dopo l’inflazione all’8,6%.

La nuova tabella di marcia potrebbe portare a un ulteriore aumento dello 0,75% a fine luglio, due aumenti dello 0,5% dopo l’estate e uno dello 0,25% entro la fine dell’anno a dicembre.

Durante gli ultimi 8 mercati ribassisti, la Fed ha risposto tagliando i tassi di interesse, ma questa volta alzandoli. Non vedevi niente di simile dal 12° presidente del consiglio della Federal Reserve Paul Volcker negli anni ’80.

1. Corticeira (LS:)

È un’azienda portoghese appartenente al settore del sughero, leader mondiale sia come azienda che come Paese che produce metà del sughero del pianeta.

Il fatturato del primo trimestre è stato di 263,55 milioni di euro, rispetto ai 199,59 milioni di euro dell’anno precedente. L’utile netto è stato di 20,1 milioni di euro, rispetto ai 15,97 milioni dell’anno precedente.

A suo vantaggio, oltre ad essere il leader mondiale in questo settore, ha la capacità di fissare i prezzi e una bassa esposizione ai rialzi dei prezzi.

L’afflusso di fondi è osservato da investitori istituzionali e fondi comuni di investimento.

Nel 2021 ha formato un ampio canale discendente che è riuscito a toccare il fondo nel marzo di quest’anno. Da lì ha iniziato a salire indicando un canale in salita, anche se al momento la pendenza non è dello stesso grado di pendenza. Devi superare i 10,54€ per iniziare a guadagnare più potere al rialzo.

READ  Lento risveglio del risparmio dopo 6 anni di inattività a zero | mercati

2. Banco Sabadell (BME 🙂

Banca Sabadell

Le banche sono un settore che ha beneficiato di tassi di interesse più elevati, soprattutto se il ciclo di inasprimento finisce per essere più difficile del previsto.

Il risultato del primo trimestre di 213 milioni di euro è praticamente tre volte l’importo ottenuto tra gennaio e marzo 2021 grazie all’aumento dei ricavi e al contributo della filiale britannica TSB.

Finora la banca spagnola ha registrato un forte rialzo nel 2022, beneficiando del fatto che gli investitori si sono spostati in settori più ciclici.

Va inoltre tenuto presente che potrebbe vendere la sua controllata britannica TSB per quasi 2.600 milioni di euro. Se questo processo finalmente si concretizzerà, sarà ben accolto dal mercato.

Dopo aver toccato il fondo l’8 marzo, ha iniziato a rimbalzare più in alto. Se scende a 0,6804 €, sarebbe una buona zona di acquisto. Una rottura sopra 0,8554€ sarà un nuovo segno di forza rialzista.

3.

indice del dollaro

È un dato di fatto che i mercati sono passati dall’ottimismo nel pensare che l’inflazione abbia già raggiunto il picco, al pessimismo basato sulla convinzione che non lo sia e che i prezzi possano rimanere su livelli più alti per molto più tempo del previsto.

La Federal Reserve ha reagito a favore della valuta statunitense, che ha adottato il ruolo di copertura contro l’inflazione globale ed è uno dei pochi mercati che offre attrattiva e profitti agli investitori.

Il dollaro ha iniziato l’anno al meglio dal 2010, estendendo i suoi guadagni negli ultimi 12 mesi a oltre il 22% rispetto allo yen giapponese e al 15% rispetto all’euro.

READ  Il petrolio del Texas è sceso dello 0,34% per chiudere a 114,67 dollari al barile

Per molte aziende che fanno affidamento sulle vendite all’estero, un dollaro così forte ridurrà leggermente i loro profitti, poiché un dollaro forte riduce il valore dei loro guadagni all’estero quando convertito in dollari. Inoltre, rende i loro prodotti meno competitivi, poiché i prezzi aumentano nella valuta locale, riducendo la domanda.

Puoi investire in dollari attraverso fondi comuni di investimento come il Santander Short Term Dollar Portfolio, Dollar Mutuafund, Ibercaja Dollar o BBVA (BME :).

Tra le società europee con la maggiore esposizione agli Stati Uniti che hanno visto le loro azioni salire quando il dollaro è salito, abbiamo Grifols (BME :), Sanofi (NASDAQ :), BP (LON :), Wolters Kluwer (AS 🙂 e National Grid PLC ADR (NYSE). :), Merk, GSK (NYSE :), Shell (BS :), Koninklijke Ahold Delhaize (AS :), Skanska (ST :), BAE Systems (LON :), Roche (SIX) 🙂 .

Ci concentreremo sull’indice del dollaro che consente agli investitori di vedere l’evoluzione della valuta statunitense in relazione a una gamma di valute.

L’indice del dollaro è stato creato nel 1973 al prezzo di 100. Se il prezzo dell’indice del dollaro è a 130, significa che la valuta si è apprezzata del 30% rispetto al paniere di valute. E viceversa, se l’indice è a 70, il dollaro è sceso del -30% rispetto a tutte queste valute.

Il futuro dell’indice del dollaro mantiene un forte trend rialzista. Sarebbe l’ideale se scendesse a 101,30 per acquistare, ma è diverso se scendesse a 101,30 e scendesse.

Ha appena raggiunto la sua resistenza a 104,96 e quando si rompe sarà un nuovo segno di forza rialzista.

4. Charles Schwab (NYSE:)

Carlo Schwab

Charles Schwab è stata fondata nel 1971 a San Francisco e ha sede a Westlake, in Texas. È una multinazionale americana di servizi finanziari che offre anche una piattaforma di trading elettronico. Ha più di trecentosessanta filiali ed è il settimo istituto bancario più grande degli Stati Uniti.

READ  L'IPO di Porsche sarà esclusa solo a causa di gravi problemi geopolitici - Reuters CFO

Al momento, soffre ancora della penalizzazione eccessiva dallo scorso febbraio, e non è riuscita a superare la sua resistenza di 95,55$. Ma stava perdendo il supporto di $ 76 formato a dicembre 2021 che si è comportato molto bene a marzo 2022, fornendo un altro segno di debolezza ribassista.

In linea di principio, la società beneficerà degli imminenti aumenti dei tassi della Fed previsti durante le riunioni successive e, se la Fed non prenderà una pausa a settembre, favorirà maggiormente Charles Schwab, che inizierà a vedere un aumento dell’utile netto.

5. Prudential (LON 🙂 Finanziario (NYSE:)

precauzione

Prudential Financial è una società americana con sede a Newark, nel New Jersey. L’azienda è stata fondata nel 1875 e offre vari prodotti assicurativi e di gestione degli investimenti. Nel 1981 ha acquisito il suo concorrente americano Bache & Co.

L’ultimo dividendo approvato significa un rendimento del 4,37%.

È un’altra società che ha sofferto nel mercato azionario. L’ultimo segnale di debolezza ribassista è stato la perdita del canale ascendente a maggio e l’impossibilità di recuperarlo nonostante i tentativi e alla fine di capitolare con il corrispondente pullback.

Ma l’inasprimento della politica monetaria aumentando i tassi di interesse da parte della Federal Reserve gli gioverà.