Settembre 24, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

75 di Brian May: Heroes, ‘Gods’ e Friends of the Queen’s Guitarist | LOS40 classico

Il 19 luglio 1947 nasce a Hampton Hill (Inghilterra) uno dei più grandi chitarristi rock. Il creatore di un suono unico, la cui virtù, come lui stesso ammette, è molto semplice: “Cerco semplicemente di suonare con il cuore … per far cantare la chitarra”. Questo spiega perché il suo contributo a Quinn è stato fondamentale per rendere la band britannica una delle band più importanti della storia.

Con talento interdisciplinare (fino all’astrofisica, alla fotografia o alla costruzione di chitarre), Brian May Si rende conto che nella sua vita sono entrate le grandi personalità (“eroi” o “dèi” che lui chiama) da cui ha imparato e che ne hanno fatto il suo artista. Eric Clapton, Eddie Van Halen, Jimi Hendrix, John Lennon o suo “fratello” Freddie MercurySono solo alcuni di loro.

Jimi Hendrix: “È ancora una cosa miracolosa”

Nel 2020, Brian May è stato votato dai lettori di Total Guitar come il “più grande chitarrista rock di tutti i tempi”. Il secondo della lista era Jimi Hendrix. Parlando con il direttore della rivista britannica, May ha mostrato la sua sorpresa e grande ammirazione per il musicista di Seattle:

“Oh mio Dio! Beh, è ​​così divertente. Jimmy, ovviamente, è il numero uno per me. E l’ho sempre detto. Per me, è ancora un supereroe. È come se provenisse davvero da un pianeta alieno, e io Non saprei mai perché l’ha fatto.” Con quello che ha fatto… e ogni volta che ho ascoltato Hendrix, mi ha commosso, ed è così che mi sento sempre… non ho mai smesso di imparare da Jimmy.”

READ  Shakira e Piqué | Le ultime notizie sulla loro separazione e le prime foto post-rottura

Eric Clapton: “È il mio Dio”

Fino ad oggi, Mai è ancora sbalordito da quelli che considera i suoi eroi e dai suoi idoli musicali: “Onestamente, i miei eroi sono ancora i miei eroi”. Non c’è dubbio che la “mano lenta” rientri in questa categoria. “Se incontrassi Eric Clapton… in un certo senso è divino, non sarebbe facile per me parlargli per questo”, ha ammesso oggi.

Nell’agosto 2021, quando The Independent gli ha chiesto della posizione meravigliosa del produttore di vaccini in Wonderful Tonight, Brian ha detto: “Amo Eric Clapton, è il mio eroe, ma ha opinioni molto diverse da me in molti modi. Gli anti-vaccinisti, Mi dispiace, ma penso che tu sia pazzo. Ci sono prove comprovate che i vaccini sono efficaci”.

Eddie Van Halen: “Era il più grande”

“Era il più grande. Non c’era nessuno come lui, e nessuno poteva nemmeno avvicinarsi a lui. Non ci sarebbe nessun altro come lui”. Il chitarrista dei Queen ha parlato in questo modo del suo amico Eddie Van Halen pochi giorni dopo la sua morte, avvenuta il 6 ottobre 2020. Entrambi si conoscevano da molto tempo, alla fine degli anni Settanta, e avevano molte cose in comune. Ad esempio, i due hanno costruito le proprie chitarre.

Nel 1983 la loro stretta amicizia diede vita a The Star Fleet Project, un mini-album di tre tracce attribuito a Brian May and Friends. Potrebbe ricordarlo in Guitarworld: “Due giorni dopo la notizia della sua morte, ho ascoltato di nuovo la flotta Star. Ha riacceso tutti i sentimenti che avevo quando lo stavamo facendo in studio, e questo ha fatto guarire un po’ la mia anima. “

READ  Fusione Warner Bros E Discovery in un'unica azienda

John Lennon: “Un eroe gigante per me”

John Lennon è stato anche un artista principale per Brian May. Ciò è stato rivelato in un’intervista con Far Out nel 2021, in coincidenza con la riedizione del suo album Back to the Light (1992). Quindi il musicista si rese conto dell’influenza degli ex Beatles nel suo debutto da solista:

“Forse sono stato influenzato dalla Plastic Ono Band. Non ricordo che sia stata un’influenza consapevole, ma sono sicuro che lo fosse, perché John Lennon è un grande eroe per me, e sapevo che John nel suo atto da solista era triste perdere i Beatles in molti modi. È stato lo stesso per me, poiché ero rattristato dalla perdita della mia squadra… e dalla perdita di Freddy!

Lady Gaga: ‘È fantastica, un’ispirazione’

Entrarono anche nuove generazioni di artisti inglesi. Brian ha collaborato con Lady Gaga (il suo nome deriva da Radio Gaga dei Queen) in “You & I” (dall’album del 2011 Born This Way) e ha cantato la canzone dal vivo con lei agli MTV Video Music Awards. Il chitarrista ha ammirato il talento del newyorkese e secondo Bang Showbiz: “Mi sono divertito moltissimo a lavorare con Lady GaGa, è fantastica, un’ispirazione, sotto tutti questi strati c’è un essere molto umano, la adoro, è Stupefacente.”

READ  Il film vincitore del Festival di Cannes presentava un produttore messicano

Freddie Mercury: “Eravamo come fratelli”

Ha rivelato in più di un’occasione la straordinaria amicizia che aveva con Freddie Mercury. È arrivato persino a dire: “Eravamo come fratelli. Lo siamo ancora”. In un’intervista con la rivista Classic Rock, ha ammesso: “Avevamo un rapporto familiare che non è stato sempre piacevole, perché le famiglie non sono sempre belle. A volte dicevamo cose orribili, ma abbiamo avuto la meglio l’uno dall’altro”. Ha rivelato in The Guardian , “… Ora sembra che Freddy sia con noi, come se non se ne andasse mai più. È in tutto ciò che facciamo. Non passa giorno che non penso a Freddy”.