Ottobre 6, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

A luglio 2022, l’Italia ha registrato circa 440.000 infortuni sul lavoro

Secondo un recente rapporto dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INIL), i lavoratori infortunati sono aumentati del 41% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Nei primi sette mesi dello scorso anno sono stati segnalati 312.762 casi, mentre nel 2020 il numero era 288.873, quindi rispetto a quest’ultimo periodo nel 2022 si è registrato un aumento del 52,8 per cento, ha osservato la fonte.

In termini di decessi, quest’anno fino a luglio sono stati 569, con una diminuzione del 16,0 per cento rispetto al periodo del 2021 in cui si sono verificati 677.

Gli infortuni sul lavoro sono aumentati del 43,6 per cento da 273.282 nei sette mesi al 2021 a 392.516 nel 2022.

A luglio di quest’anno, ci sono stati 48.935 incidenti di questo tipo nei viaggi tra casa e luogo di lavoro, il 23,9% in più rispetto all’anno precedente, quando ne erano stati registrati 39.480.

Entro il 2022, secondo lo studio, il numero di incidenti aumenterà del 143,4 per cento in quasi tutti i settori manifatturieri, in particolare nella sanità e nell’assistenza sociale, e del 137,1 per cento nel trasporto e nello stoccaggio.

I casi di malattie professionali registrati dall’Inail tra gennaio e luglio 2022 sono stati 36.163, con un incremento del 6,8 per cento rispetto allo stesso periodo del 2021 e del 43,5 per cento rispetto al 2020.

mv/ort

READ  Come? Che cosa! L'italiana Como presenta la sua nuova firma in modo creativo | video