Febbraio 1, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

A partire da gennaio 2023, le spese per le carte di credito saranno più costose del 66,5%.

Le carte di credito più vicine al tasso di usura: Scotiabank Colpatria: 41,45%; Banca di Bogotà: 41,43%; Banca Pichincha: 41,42%; Banca Itach: 41,40%; Banca Falabella: 41,39%

Inizia un nuovo anno con nuovi numeri legati all’economia nazionale. Di recente, la Fsa ha reso noto il tasso di usura che entrerà in vigore da oggi, 1° gennaio 2023. Come rivelato dall’ente, sarà del 43,26% per il metodo del credito al consumo e ordinario. Questo, tra l’altro, significa che l’uso delle carte di credito all’inizio di questa nuova stagione sarà 66,5% più costoso rispetto a gennaio 2022.

Si segnala che rispetto al gennaio dello scorso anno si è registrato un aumento del tasso di usura di 17,28 punti percentuali, ovvero si è passati dall’essere 25,98% di gennaio 2022 al 43,26% di gennaio 2023. A ciò si aggiungono gli interessi bancari effettivi annui della Superfinanziera per il metodo del credito al consumo e ordinario del 28,84%. Questo, in altri numeri, è un aumento di 120 punti base (1,20%). Questo sarà valido dal 1 gennaio all’ultimo giorno del mese, il 31.

Come spiega il Banco de la República sul suo sito web, il tasso di usura si riferisce a “il valore massimo dell’interesse equivalente o figurativo che l’istituzione può addebitare agli agenti dell’economia”. Si basa su 1,5 volte l’attuale interesse bancario per tipo di credito.

“Ai fini della norma dell’usura prevista dal codice penale (art. 305), chiunque riceve o riscuote, direttamente o indirettamente, in cambio di un prestito di denaro o di vendita di beni o servizi a tempo determinato, Il beneficio o il vantaggio che supera la metà degli interessi bancari correnti praticati dalle banche per i periodi corrispondenti.Da parte sua, ha spiegato l’autorità di controllo.

È importante, come raccomandano gli esperti, che ci sia consapevolezza tra i cittadini in merito al proprio potere d'acquisto.  Questo per evitare di incorrere in debiti difficili da rimborsare
È importante, come raccomandano gli esperti, che ci sia consapevolezza tra i cittadini in merito al proprio potere d’acquisto. Questo per evitare di incorrere in debiti difficili da rimborsare

In un’intervista al quotidiano specializzato La República, gli esperti hanno fornito raccomandazioni per coloro che stanno pensando di sfruttare questa risorsa. “Dovrebbe essere speso solo il denaro disponibile, Non è una buona idea sottoscrivere carte di credito o prestiti al consumo per periodi prolungati. Inoltre, bisogna agire Saggezza sulle spese per le ferieDiego Palencia, vicepresidente della ricerca presso Solidus Capital.

READ  Maserati presenta la sua Fulgur GT elettrica

È importante notare che lo stesso portale informativo ha fornito un elenco di carte di credito più vicine al tasso di interesse: Scotiabank Colpatria: 41,45%; Banca di Bogotà: 41,43%; Banca Pichincha: 41,42%; Banca Itach: 41,40%; Banca Falabella: 41,39%.

“A causa dei problemi di inflazione, le banche centrali hanno aumentato i tassi di interesse per controllare il costo della vita, quindi abbiamo riscontrato tassi di interesse elevati, per problemi che probabilmente non vedevamo da 20 anni, tasso di usura del 43% annuo. Cosa significa? Cioè, se chiedi un prestito di un anno di 10 milioni di pesosAlla fine dell’anno avevo già pagato interessi per quasi 4,3 milioni di pesos. Questo è qualcosa che non ha senso e non è finanziariamente sostenibile”, ha spiegato, nelle testimonianze raccolte da Semana Magazine, Andres Moreno, consulente finanziario e analista.

Le carte di credito sono un mezzo di pagamento per effettuare acquisti su Internet, per l’accesso a un volo, avere un’organizzazione finanziaria, ad esempio, se il mercato si fa con la carta, sapere davvero il costo di tutto. Se qualcosa verrà pagato in auto-addebito, la carta è quello strumento in modo che tu non debba farlo, e la colpa è che ammonta a 24 o 36 rate”, ha aggiunto Moreno e ha concluso con l’outlet ha detto .

Seguire lettura: