Maggio 27, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Acqua su Marte: la Cina ha trovato prove della presenza di acqua su Marte grazie al lavoro del Rover marziano Zhurong  Notizie |  LOS40 Messico

Acqua su Marte: la Cina ha trovato prove della presenza di acqua su Marte grazie al lavoro del Rover marziano Zhurong Notizie | LOS40 Messico

Non c’è niente di più impressionante che scoprirlo essendo Ha scoperto un nuovo segreto, ovvero che di recente la notizia è circolata sui social Cina Prove di acqua liquida sono state trovate nelle dune di sabbia di Marte.

Certo, la precedente affermazione attirerebbe l’attenzione di più di uno, perché si è creduto a lungo che il Pianeta Rosso fosse privo di questo fluido vitale.

Puoi anche leggere: astronavi abbandonate e spazzatura; Marte è diventato un bidone della spazzatura

Secondo le informazioni del rover cinese Zhurong, è noto che un pianeta vicino avrebbe avuto acqua liquida alcuni anni fa. 400.000 mila anni. Gli scienziati hanno scoperto che l’acqua liquida può essere dispersa in diverse regioni del pianeta.

Va notato che entrambi La NASA, come l’Agenzia spaziale europea e altri organismi, hanno trovato una grande quantità di prove dell’antica acqua su questo pianeta; Ma dimostrare l’esistenza dell’acqua di recente sembra un po’ più complicato.

Forse ti interessa: L’astronauta della Nasa chiede di “salvare la Terra perché su Marte non sarà possibile vivere”

Ed è che il rover, atterrato sul pianeta rosso nel 2021, ha scoperto prove dell’esistenza di quest’acqua liquida nelle dune di sabbia a basse latitudini, cioè verso l’equatore e lontano dai suoi poli.

L’anno scorso, un team internazionale di ricercatori ha suggerito che l’acqua liquida potrebbe essere presente sotto la calotta polare sud di Marte. Tuttavia, questo nuovo studio è la prima prova osservativa di acqua liquida a basse latitudini piuttosto che ad alte latitudini.

Dov’è il vagabondo?

Zhurong si trova attualmente sul bordo meridionale di Utopia Planitia, una vasta catena di pianure vulcaniche su Marte. Per raccogliere i dati, gli scienziati cinesi hanno utilizzato tre degli strumenti del rover: due delle sue telecamere e il Surface Composition Detector (MarSCoDe) per analizzare la formazione di dune di sabbia vicino al sito di atterraggio del rover (nel maggio 2021).

READ  Dragon Quest Tact: dopo tre anni, Square Enix chiude i server a causa del basso numero di utenti

Noi raccomandiamo: 30 giorni su Marte: ecco come vivrebbero i primi esseri umani quando metteranno piede sul Pianeta Rosso

«Sulla base dei dati meteorologici misurati da Zhurong e altri rover su Marte, abbiamo concluso che queste caratteristiche della superficie delle dune erano correlate al coinvolgimento di salamoia liquida formata dal successivo scioglimento del gelo/neve che cadeva sulle superfici delle dune saline quando si verificava il raffreddamento».Xiaoguang, un geofisico dell’Accademia cinese delle scienze, spiega nel suo lavoro pubblicato sulla rivista Science Advances.

Sebbene la densità dell’atmosfera marziana sia solo l’1% di quella della Terra, rendendo difficile l’esistenza di acqua liquida e la pressione sia molto bassa, può esistere nella sua forma ghiacciata, sia come laghi sotterranei che persino come ghiacciai.

Puoi anche leggere: La NASA spiega il mistero della “porta” su Marte