martedì, Luglio 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Adobe corregge e conferma che non utilizzerà mai i materiali dei clienti per addestrare la propria intelligenza artificiale

Negli ultimi giorni, Mattonela società dietro software di editing come Photoshop, Premiere e Lightroom, è stata nell’occhio del ciclone perché gli utenti hanno scoperto una clausola nei suoi termini e condizioni che consente “l’accesso a tutti i tuoi contenuti attraverso metodi automatici e manuali”.

Questo requisito obbligatorio per utilizzare gli strumenti della piattaforma ha attirato critiche da parte degli utenti.

I termini, che risalgono al 17 febbraio, non hanno ricevuto attenzione fino a pochi giorni fa, quando sono apparse sezioni relative all’uso del termine. Intelligenza Artificiale (AI) e Contenuto dell’utente.

Data questa controversia, Adobe ha rilasciato una dichiarazione per chiarire la situazione e rispondere alle preoccupazioni dei suoi clienti.

Imparentato: Gli utenti di Adobe Photoshop sono arrabbiati per i nuovi termini dell’azienda: “Sto leggendo correttamente?”

Adobe ha indicato che non utilizzerà i contenuti degli utenti per addestrare il suo modello di intelligenza artificiale generativa, Firefly Gen AiHa sottolineato che non si sarebbe mai “assunto la proprietà del lavoro dei clienti”.

“Sei il proprietario dei tuoi contenuti. I tuoi contenuti sono tuoi e non verranno mai utilizzati per addestrare alcuno strumento di intelligenza artificiale generativa. Chiariremo nella sezione relativa alle licenze che qualsiasi licenza concessa ad Adobe per sfruttare i suoi servizi non sostituirà i tuoi diritti di proprietà. “si legge nel comunicato.

Inoltre, Adobe ha spiegato che la sua intelligenza artificiale generativa, lucciolanon effettua formazione sui contenuti dei clienti: “Stiamo aggiungendo questa dichiarazione ai nostri Termini di utilizzo per rassicurare le persone che questo è un obbligo legale di Adobe. Adobe Firefly effettua formazione solo su un set di dati di contenuti autorizzati e consentiti, come Adobe Stock, e di dominio pubblico contenuti i cui diritti sono scaduti.” Possiedi già la stampa e la pubblicazione.

READ  Google Meet avvia videochiamate di gruppo di qualità superiore, quindi puoi attivarle

Attraverso questo posizionamento, Adobe cerca di ripristinare la fiducia dei propri utenti e rassicurarli che i loro contenuti sono protetti e non verranno utilizzati senza il loro consenso.

Imparentato: Data la conferma che Instagram utilizza i dati dei post per addestrare il suo modello di intelligenza artificiale, gli artisti minacciano di abbandonarlo

Nevio Buratti
Nevio Buratti
"Evangelista di zombie dilettante. Creatore incurabile. Orgoglioso pioniere di Twitter. Appassionato di cibo. Internetaholic. Hardcore introverso."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles