Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aggiornamento 1-L’economia peruviana sta rallentando e cresce dell’1,68% su base annua a novembre: governo

(aggiungere dettagli e contesto)

LIMA (Reuters) – L’economia del Perù è cresciuta dell’1,68% su base annua a novembre, ha dichiarato domenica il governo, in rallentamento rispetto al mese precedente poiché la crescita nella maggior parte dei settori produttivi è stata compensata principalmente dal calo della produzione.

Il secondo produttore mondiale, che ora sta affrontando un’ondata di proteste, a ottobre è cresciuto del 2,01% su base annua.

Con questo risultato, l’economia locale è cresciuta del 2,7% nei primi 11 mesi dell’anno, ha dichiarato l’Istituto Nazionale di Statistica e Informatica (INEI) in un comunicato. Mentre negli ultimi dodici mesi fino a novembre è cresciuto del 2,63%.

L’Istituto nazionale di statistica ha rilevato che il settore minerario e degli idrocarburi si è distinto nella crescita di novembre, aumentando del 5,06% su base annua, la sua seconda crescita mensile consecutiva.

L’espansione dell’estrazione mineraria è stata guidata da un aumento del 14% nella produzione di rame e da maggiori volumi di stagno, ferro e zinco, sebbene i contributi di oro e argento siano diminuiti.

L’estrazione mineraria è fondamentale per l’economia del Perù perché le sue spedizioni rappresentano il 60% delle esportazioni totali del paese.

L’andamento dell’economia locale nel mese di novembre è stato oscurato dal settore manifatturiero, uno dei settori che fornisce il maggior numero di posti di lavoro, in calo del 2,83%, principalmente a causa della mancanza di attività nell’industria del valore aggiunto.

La banca centrale ha dichiarato venerdì che l’economia del Perù sarebbe cresciuta nel 2022 “un po’ meno” rispetto a una precedente previsione del 2,9%, tra i blocchi stradali dovuti alle proteste sociali iniziate all’inizio di dicembre.

READ  Scopri i premi e i risultati dell'estrazione del 1 maggio 2022

Le proteste chiedono le dimissioni del presidente Dina Boulwart, la chiusura del Congresso, una nuova costituzione e il rilascio dell’ex presidente di sinistra Pedro Castillo, arrestato il 7 dicembre dopo il suo impeachment per aver tentato di sciogliere illegalmente il Congresso. (Segnalazione di Marco Aquino)