Dicembre 5, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Almeida sostiene che con 4.000 moto in meno, ci sarà “molto spazio” sui marciapiedi e gli incidenti saranno ridotti

MADRID, 3 ottobre (stampa europea) –

Il sindaco di Madrid, Jose Luis Martinez Almeida, lunedì ha difeso che con 4.000 scooter elettrici in meno si risparmierebbe “molto spazio” sui marciapiedi della capitale e meno incidenti.

Il Comune di Madrid pubblicherà a ottobre i nuovi permessi per scooter elettrici senza base fissa nella capitale, con una riduzione da 10.000 a 6.000 unità nelle sue strade e solo tre società potranno fornire il servizio.

Si tratta di un decreto che specifica le basi e le condizioni su cui si basa la nuova domanda di permessi generali e temporanei per la locazione.

La principale novità è la riduzione del 40% del numero massimo di scooter che possono essere schierati in città, da 10.000 costruiti con le attuali licenze a 6.000.

Martinez Almeida ha spiegato che “al centro si può parcheggiare l’auto solo nei luoghi in cui è abilitato e non si può prenderla nelle aree in cui è vietato il movimento. Pertanto, l’inizio o la fine del viaggio non saranno sui marciapiedi”.

Allo stesso modo, ha valutato che “i pedoni potranno muoversi in sicurezza”. “Siamo consapevoli degli incidenti che si sono verificati e dobbiamo stabilire standard ragionevoli per stabilire la convivenza. Questo ci consentirà di ridurre i disagi causati dalle moto in città”, ha osservato.

READ  Perché la seconda stagione di Fortnite non è ancora iniziata?