Dicembre 4, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Almiral cala bruscamente dopo aver perso 39 milioni in nove mesi a causa di disabilità | comp

E l’azienda farmaceutica El Miral ha perso 39 milioni di euro nei primi nove mesi dell’anno, rispetto ai 57 milioni di euro di un risultato positivo dell’anno precedente. I risultati sono dovuti ai 103 milioni di accantonamenti per svalutazione asset effettuati dalla società, e il mercato ha reagito negativamente: il titolo ha perso oltre il 10% nella giornata.

In termini operativi, il risultato è stato del 3,2% rispetto allo scorso anno, con un Ebitda pari a 181,2 milioni di euro. I ricavi sono aumentati del 7% a 603 milioni di euro. Le sentenze corrispondono al doppio di quelle del farmaco per l’acne Seysara (69 milioni), del portafoglio Old American (22) e Bioniz (12). Tuttavia, l’azienda ha migliorato le sue prospettive. Ora si aspetta tra i 200 ei 215 milioni di euro, rispetto ai 195 milioni che aveva previsto in precedenza.

Il consueto risultato netto, che non include le flessioni immateriali registrate nel secondo trimestre, è stato di 61,4 milioni, in calo del 17,2% rispetto a un anno fa. Uno dei principali driver di crescita dell’azienda barcellonese è il settore della dermatologia nell’Unione Europea, che sta guidando una “forte performance” che si traduce in questo aumento di interessi, tasse e deprezzamento (ebitda) di base.

L’amministratore delegato di Almiral, Gianfranco Nazi, ha espresso fiducia che i “motori di crescita” dell’azienda “manterranno la sua forte traiettoria” nel quarto trimestre. Dice anche che l’azienda è ben posizionata per una crescita a lungo termine perché sblocca il valore della pipeline ritardata durante la trasformazione dell’azienda.