Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Amazon estende i vantaggi di Prime a siti di terze parti

Amazon ha annunciato giovedì che sta espandendo i vantaggi dell’abbonamento Prime ai negozi online al di fuori della sua posizione, una mossa volta ad aumentare le entrate dalle commissioni pagate dai commercianti e ad espandere la sua presenza logistica.

La società ha affermato che il nuovo servizio, che chiama “Acquista con Prime”, sarà inizialmente disponibile invitando i commercianti che spediscono i loro prodotti attraverso i magazzini Amazon e i servizi di consegna. Verrà distribuito in seguito ai commercianti che non vendono su Amazon o utilizzano i servizi di consegna di Amazon.

Amazon.com ha affermato che il servizio sarà disponibile solo per i clienti statunitensi.

Prime è stato lanciato nel 2005 e conta oltre 200 milioni di membri in tutto il mondo che pagano circa $ 139 all’anno, o $ 14,99 al mese, per una spedizione più rapida e altri vantaggi come la consegna e i resi gratuiti.

La società ha affermato che i membri Prime che utilizzano “Acquista con Prime” potranno vedere il logo Prime sui prodotti idonei sul sito del commerciante ed effettuare acquisti utilizzando le informazioni di pagamento e spedizione memorizzate nel proprio account Amazon.

I commercianti che utilizzano il servizio pagheranno varie commissioni, che vengono calcolate in base al rivenditore in base a ciò che i venditori utilizzano. “Senza una quota di abbonamento fissa o un contratto a lungo termine, i commercianti possono espandere la selezione o annullare in qualsiasi momento”, ha affermato.

Bob O’Donnell, analista capo di TECHnalysis Research, ha affermato che l’espansione aprirebbe più porte alle aziende per trarre vantaggio dai servizi di Amazon senza vendere nel mercato di terze parti del rivenditore, che da tempo è stato accusato di minare i commercianti, offrendo prodotti simili o rafforzando la loro presenza sul sito.

READ  Indice dei prezzi al consumo: l'affitto nelle grandi città aumenta di oltre 500 euro all'anno a causa dell'elevato CPI | Economia