Novembre 27, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ambientalisti: la bozza della COP26 è un “passo indietro nell’ambizione climatica”

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2021 – 12:12

Glasgow (Regno Unito), 13 novembre (EFE). – Rappresentanti politici spagnoli e organizzazioni ambientaliste hanno spiegato a Efe che la nuova bozza di accordo presentata sabato dalla presidenza britannica della COP26 a Glasgow è un “passo indietro nell’ambizione climatica”.

Il responsabile dell’energia e del clima di Ecologistas en Acción, Javier Andaluz, ha osservato che la bozza di accordo del vertice sul clima delle Nazioni Unite presentata questo sabato – in un’estensione della conferenza COP26, che doveva concludersi ieri pomeriggio – ha rappresentato un “passo indietro nell’ambizione climatica ” con riguardo alla bozza precedentemente presentata.

E Andalus ha annunciato che la nuova proposta del presidente della COP26 Alok Sharma indebolisce le conclusioni del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC).

Il responsabile dell’ambiente per l’energia e il clima ha avvertito che la nuova bozza “riporta i combustibili fossili in modo molto debole”, perché “non attacca direttamente i sussidi ai combustibili fossili”, ma “si riferisce solo a tecnologie meno efficienti” e nel caso del carbone “si menziona solo il suo utilizzo per scopi elettrici” “.

E Andalus ha espresso preoccupazione per la questione dell’adattamento, perché capiscono che la nuova proposta “diluisce l’intenzione di raddoppiare i fondi per l’adattamento entro il 2025” e “le promesse fatte dai paesi nell’ambito della COP26”.

Inoltre, ha ritenuto che “invece di vedere un impegno a operare effettivamente in modo efficace fornendo fondi specifici per perdite e danni”, questo problema sarebbe “oggetto di una nuova discussione di due anni” che renderebbe l’attuazione di questo finanziamento “più in ritardo.”

READ  I talebani guadagnano terreno nel Panjshir, avverte Washington del pericolo di guerra civile

Da parte sua, il capo del Comitato per la trasformazione ambientale del Congresso dei rappresentanti spagnolo, Juan Antonio López de Oralde, ha dichiarato a Efe che “purtroppo l’industria dei combustibili fossili sta portando avanti una gigantesca battaglia per la sua sopravvivenza, cercando di imporre ciò che chiamano combustibili fossili efficienti, qualcosa che non esiste” .

“L’accordo finale deve emettere un appello incondizionato per porre fine ai combustibili fossili, rispettando gli impegni della conferenza COP26”, ha affermato López de Oralde, leader del partito ambientalista spagnolo Alianza Verde.

“Dobbiamo continuare a sostenere una maggiore ambizione, perché siamo ancora lontani dal contenere il riscaldamento globale a 1,5 gradi”, ha aggiunto, oltre a sollecitare il completamento di “questo fondo da 100 miliardi di dollari all’anno per aiutare i paesi in via di sviluppo”. EFE

mml / ehm / jls

© EFE 2021. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di EFE SA, è espressamente vietata.