Dicembre 5, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Analisi di Jose Carlos Garcia: c’è vita dopo Twitter? – Applicazioni – Tecnologia

Nell’agosto 2008 ho aperto il mio profilo Twitter. Era un’epoca dominata da Microsoft Messenger, una sorta di “Whatsapp” ma un computer desktop, come queste reti attuali, che consumava ore e ore di produttività ogni giorno.

lo ricordo Mi sono sentito solo quando sono entrato per la prima volta su Twitter: nessuno mi ha parlato, nessuno ha risposto. È stata solo la genesi di quella rete in Colombia che in poco tempo è diventata vertiginosamente quella che è oggi: il luogo in cui opinione, politica, indignazione e stampa si incontrano quotidianamente per dibattere, a volte non in buona forma, sullo stato della nazione.

(Leggi anche: Twitter nell’era del muschio ha già subito i suoi primi cambiamenti)

Quando Elon Musk ha annunciato il suo acquisto su Twitter, ho pensato: cosa potrebbe andare storto? Il genio dietro Tesla, Neuralink e SpaceX sarà sicuramente molto chiaro su ciò di cui Twitter ha bisogno. Un pezzo dovrebbe occupare la rete del trillo nel tuo puzzle, e lo sarà sicuramente per migliorarlo e renderlo più robusto e conveniente.

Né. L’arrivo di Musk su Twitter è stato finora un completo disastro. Dall’essere un’azienda (sì, forse) troppo timida per innovare e correre, Quest’uomo è venuto ad aprire la gabbia per diversi progetti innovativi, e li ha subito messi sul mercato, per farli pagare. per i calci Qualunque. Senza pensarci, parlò troppo, indietreggiò dopo un paio di minuti, e scosse di nuovo tutto con un tono strano e vago e minaccioso.

(Potrebbe interessarti: Licenziamenti di massa su Twitter: Elon Musk svela il motivo di questa situazione)

Un giornalista della CNN ha commentato (su Twitter ovviamente) che una fonte ha descritto l’interno dell’azienda come la “Casa Bianca di Trump”: tirannia di ordini, contro-ordini, per “ordinanza”, e poi i dipendenti sono andati a prenderla. Affrontalo per calmarti e non è stato così disastroso come ha chiesto l’uccello più grande.

READ  Il divario di cambio si allarga e raggiunge un nuovo record in Argentina di fronte alle turbolenze

Twitter non finirà bene. Non sembra. Devi solo vedere come la vendita di verifica dell’account (il tanto atteso “magnaccia blu” che contrassegna il profilo come conveniente) abbia portato al disastro. Per otto dollari, i clown hanno verificato i loro account, quindi hanno cambiato i loro nomi utente e quindi hanno sostituito Disney, LeBron James, Nintendo e molti altri personaggi E i marchi creano un disastro che oggi è già divertente.

(Leggi anche: Musk ammette un calo significativo delle entrate di Twitter a causa del ritiro dell’inserzionista)

Perché è lì che affrontano Twitter: per diventare uno scherzo, così come le false partenze del suo stesso proprietario e le opinioni e battute “divertenti”.

C’è vita dopo Twitter? Sì, naturalmente. Abbiamo vissuto senza quella rete per decenni. Un altro verrà.

José Carlos Garcia
Editore multimediale
Su Twitter: @JoseCarlosTecno