Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Andy Wharol | Gli appassionati infarinano un’opera di Warhol | Italia | RMMN | il mondo

Un gruppo di almeno quattro ambientalisti questo venerdì ha coperto un’auto personalizzata dall’artista americano Andy Warhol con 8 chilogrammi di farina, che è esposta in un centro d’arte a Milano (nord Italia).

La mossa, l’ultima di una serie di proteste per tenere svegli i musei di tutto il mondo, è iniziata alle 11:00 ora locale (10:00 GMT) presso il centro espositivo Fabbrica del Vapore di Milano. Una retrospettiva sull’icona della “Pop-Art” dal titolo “Andy Warhol: La Publicita della Forma”.

Cantando slogan come “È importante averne cura” e “È una questione di bene pubblico”, gli attivisti hanno scavalcato la recinzione che proteggeva l’opera e lanciato sacchi di farina fino a ricoprire completamente l’auto che Warhol aveva personalizzato. , può essere visto in un video pubblicato dal quotidiano specializzato in arte Artribune.

“Non ci saranno più cibo né acqua e il collasso ecologico è in corso”. Questo è stato un altro dei messaggi urlati dagli attivisti prima di essere abbattuti dagli agenti di sicurezza.

I responsabili dell’attacco facevano parte del collettivo Ultima Generazione, l’ala italiana di Extinction Rebellion, un gruppo internazionale che promuove la disobbedienza civile per attirare l’attenzione sulla crisi climatica.

Pochi minuti prima della protesta, uno dei suoi membri ha pubblicato un video sui social network, spiegandone le ragioni: “Ho paura, sento l’imperativo morale di fare qualcosa. Non so cosa fare per portare l’attenzione sul fatto che il collasso ambientale e climatico è in corso, i nostri governi non se ne sono occupati negli ultimi 30 anni, e sarà catastrofico per la società nel suo complesso”.

Due settimane fa, altri membri dello stesso gruppo hanno lanciato purea di verdure a “Il seminatore”, un dipinto del 1888 di Vincent Van Gogh e in mostra a Palazzo Bonaparte a Roma in una mostra dedicata al genio olandese.

READ  Dopo il suo passaggio discreto attraverso il Cile, Diego López guida una squadra in Italia

Attacchi simili contro altri dipendenti

L’ondata di attacchi alle opere d’arte per richiamare l’attenzione sulla crisi climatica non si limita all’Italia.

Poche settimane fa, tre persone sono state arrestate nei Paesi Bassi per aver gettato salsa di pomodoro vicino al famoso dipinto di Johannes Vermeer “La ragazza con l’orecchino di perla” al Museo Mauritshuis dell’Aia.

Qualche giorno fa due persone hanno lanciato del purè di patate contro un dipinto di Claude Monet in mostra al Museo Barberini di Potsdam, vicino a Berlino, e nelle stesse date due appassionati si sono attaccati alle cornici “Las Majas” di Goya al museo. Il Prado di Madrid.

La prima azione del genere ha avuto luogo in ottobre, quando i membri di “Just Stop Oil” hanno versato una zuppa di pomodoro sul dipinto di Van Gogh “Girasole” al National Gallery Museum di Londra.

Fonte: EFE

Video consigliati

Uno degli eventi calcistici più importanti, i Mondiali di Qatar 2022, deve ancora cominciare. Quando inizierà, quali artisti saranno presenti e tutti i dettagli della cerimonia di apertura possono essere trovati in questo video.