Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Arbelin Pineda è nel mirino di Olanda e Italia all’intervallo

Orbelin Pineda ha parlato di quello che è successo con la nazionale messicana In Qatar Coppa del Mondo 2022 E contato La sua continuità nel calcio greco e La tua scelta di continuare in Europa Non importa in quale campionato vai.

“Dico sempre che nella vita bisogna correre dei rischi e io mi attengo ai miei sogni. Il mio primo stint in Europa è stato difficileCi sono stati momenti in cui mi chiedevo cosa stessi facendo lì, quando alcune squadre erano interessate al Messico. Ho firmato un contratto di prestito con l’AEK per altri sei mesiLascia che ti chiarisca, Non sapendo dove potevamo essere, mi sarei preparato il più possibile“Ha detto in un’intervista a Marca Claro.

Secondo il portale, l’ex Cruz Azul e Chivas C’è stato un aumento dell’interesse per alcune squadre dei Paesi Bassi e dell’Italia, Il giocatore sa di avere un contratto di sei mesi in Grecia.

In secondo luogo, Pineda si è lamentato della sconfitta in Coppa del Mondo di El Tri Perché a livello nazionale era molto fiducioso sulla qualità della squadra.

Hai l’amaro in bocca perché avevamo l’attrezzatura combattere, Avevamo grandi giocatori, grande allenatoreAlla fine ci ha proposto ciò in cui credeva, e noi gli abbiamo creduto, ed è per questo che abbiamo l’amaro in bocca, Penso che avrei potuto dare molto di più per le persone Anche noi.”

READ  Italia, elezioni presidenziali: quanti anni durerà l'ordinanza? Cos'è il quirino?

sì giusto È una grande esperienza come giocatore Partecipare alla Coppa del Mondo, La scarsa prestazione della nazionale messicana non lo ha soddisfatto appieno Per la sua vita nelle terre della Coppa del Mondo.

Personalmente è meraviglioso ma agrodolce Perché alla fine non siamo in grado di ottenere ciò che desideriamo in altri casi. Contro l’Arabia siamo usciti per segnare quattro gol per andare sì o sì Questa è la cosa principale, e alla fine è sempre definita dai gol, sappiamo quale dovrebbe essere il prossimo turno dal primo giorno in cui ci alleniamo per quella partita.

La mia vanità era al suo apice sin dal primo giorno Mi danno il via libera e devo farmi trovare pronto contro l’Arabia Padre Si è avvicinato a me, mi ha detto che credeva nella pianificazione che aveva fatto e mi ha chiesto di andare completamente, anche se erano 45 o 60 minuti.