Dicembre 4, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Armaiolo prima e dopo valanga: immagini satellitari – scienza – vita

Sabato ha segnato il trentaseiesimo anniversario di quel fatidico 13 novembre 1985, come Valanga Fatto di pietra e fango dall’attività del vulcano Nevado del Ruiz completamente distrutto Armero, a Tolima, lasciando sepolte 25.000 persone.

Una tragedia ricordata anche dall’United States Geological Survey (USGS) e dal Satellite Earth Observation Program della NASA, Landsat, che ha condiviso le immagini catturate dal satellite Landsat 5 tramite i social network, che hanno registrato la dimensione della valanga dallo spazio.

(Potrebbe interessarti: la NASA svela le incredibili foto scattate da Landsat 9)

Landsat 5 ha assistito agli effetti dell’eruzione OTD del vulcano Nevado del Ruiz nel 1985. Le correnti di fango vulcanico hanno spazzato ArmeroColorado, uccidendo 20.000 residenti. Per assicurarmi che tragedie come questa non accadano mai più,
L’USGS ha creato il Volcano Disaster Assistance Program”, è stato il messaggio condiviso dal programma sul suo account Twitter insieme a due foto: una in cui si poteva vedere Armero prima della valanga, scattata il 22 marzo 1985, e un’altra quattro giorni dopo il 17 novembre. tragedia.

(Anche: 36 anni fa, una valanga seppellì Armero e uccise 25.000 persone)

Mentre sul suo account Instagram Landsat, ricorda anche che questa eruzione è stata registrata come il secondo disastro vulcanico più pericoloso del 20 ° secolo, perché le persone non erano sicure di cosa fare.

“All’epoca, la città, la contea e i funzionari federali si stavano incontrando con gli scienziati per creare mappe del rischio di eruzione e fare piani di evacuazione. Ma prima che le linee di comunicazione e i piani di evacuazione potessero essere effettivamente stabiliti, il Nevado del Ruiz è esploso”, afferma la pubblicazione. .

READ  Google nasconde uno strano accordatore per chitarra, riesci a trovarlo? | stile di vita

(Anche: Armero: La storia del peggior disastro naturale della Colombia)

Tragicamente, aggiungono, il lahar – come è noto il flusso di sedimenti e di acqua che si spostano dalle pendici dei vulcani – ha iniziato ad arrivare ad Armero circa due ore dopo l’eruzione, il tempo che sarebbe bastato perché le persone raggiungessero un terreno più elevato, se erano stati avvisati più rapidamente e sapevano cosa dovevano fare.

Attualmente, l’USGS utilizza vari strumenti per il monitoraggio vulcani Attivo e lavora a stretto contatto con i funzionari di emergenza, i gestori del territorio e il pubblico per migliorare la consapevolezza dei rischi vulcanici e con il Programma di assistenza ai disastri vulcanici (VDAP) da oltre 30 anni hanno assistito in più di 70 grandi crisi vulcaniche in 12 paesi diversi.

Questa tragedia ha segnato anche l’inizio dello sviluppo della vulcanologia in Colombia e del sistema di monitoraggio con cui il Servizio geologico colombiano monitora costantemente l’attività dei vulcani identificati nella geografia colombiana.

scrittura scientifica

Trovi anche in Scienze:

L’eclissi lunare più lunga del secolo: come la vediamo il 19 novembre?

Identificati i 6.600 ricercatori più influenti al mondo