Febbraio 5, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aspettative in El Salvador per quanto riguarda il ridimensionamento municipale

El Salvador dovrebbe essere suddiviso in un massimo di 50 comuni. Il presidente ha scritto sul suo account Twitter lo scorso 30 dicembre che è assurdo dividere 21mila chilometri quadrati in 262 comuni, cosa già vista come una sfida alla costituzione.

La questione è stata trattata questo martedì da Diario Hoy, che ha citato diversi esperti che hanno osservato che “l’abolizione dei consigli municipali non è solo un’altra strategia del presidente Bukele per centralizzare il suo potere, ma porta con sé anche una catena sociale, politica ed economica, implicazioni elettorali e persino identità culturale”.

La pubblicazione rileva che gli avvocati, un economista e un ex giudice della Corte elettorale suprema apprezzano la mossa come “un’altra strategia del governo per approfondire la concentrazione del potere statale”.

Inoltre, aggiunge il quotidiano, potrebbe trattarsi di un provvedimento politico che mira a eliminare comuni dove l’amministratore delegato ha già potuto scoprire che non avranno ritorni elettorali nel 2024, cosa che può suonare come una versione di politica estera, – chiamata gerrymandering. Elettorale (gerrymandering del collegio elettorale) in cui i partiti negli Stati Uniti manipolano i voti.

El Diario Hoy ricorda che i deputati del partito al governo si sono recati su Twitter per applaudire questa idea, sebbene non sia ancora stata realizzata in una proposta ufficiale dell’esecutivo all’assemblea per l’approvazione, l’unica intenzione del presidente è rivelarla . Entro il 2023, eliminare la maggior parte dei comuni potrebbe essere uno dei suoi obiettivi.

L’ex giudice della Corte suprema delle elezioni, Eugenio Chicas, analizza che dietro questa iniziativa il presidente mira al controllo totale di El Salvador, approfondendo la militarizzazione, e sembra che i governi locali gli stiano impedendo di raggiungerlo.

READ  Ramaphosa cerca la rielezione a leader dell'African National Congress in Sudafrica

Chikas ha detto che questo illustra l’idea che viene denunciata come “una dittatura in via di consolidamento e una dittatura militare”.

“La perdita dell’autonomia del comune è sempre più evidente e viola quanto stabilito dalla Costituzione”, ha affermato l’avvocato Ruth Eleonora Lopez, responsabile degli affari legali e anticorruzione di Cristosal. Ciò porta a manomettere l’esito delle elezioni.

Per alcuni analisti, questa, pur essendo ancora un’idea, potrebbe diventare uno degli aspetti più controversi dell’anno pre-elettorale e, a causa della sua portata, sarà difficile da attuare prima delle elezioni del 2024.

/libbra