Febbraio 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Attacco ucraino provoca danni nella provincia russa di Bryansk

Il funzionario ha spiegato sul suo canale Telegram che non sono state segnalate vittime dell’attacco e che i servizi di emergenza stanno lavorando sulla scena.

Ha aggiunto che una volta garantito l’accesso sicuro alle strutture di alimentazione, i team di riparazione e manutenzione procederanno con il ripristino.

Bogumaz ha precisato che ci sarà un servizio di autobus per i residenti della zona di Suzemka, che sostituirà la rete ferroviaria danneggiata dai bombardamenti fino al suo ripristino.

Da quando la Russia ha lanciato la propria operazione militare in Ucraina, diverse regioni di confine, tra cui Bryansk, hanno riportato danni materiali e vittime civili a causa dei proiettili sparati dal territorio ucraino.

Gli aeroporti di quella città e di altri 10, nella parte centrale e meridionale della Russia, sono stati chiusi dal 24 febbraio.

Il 19 ottobre, il presidente Vladimir Putin ha introdotto la legge marziale in quattro regioni della Russia di recente costituzione (Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporozhye) e ha decretato un livello medio di allerta nelle regioni di confine con l’Ucraina.

Analogamente, quest’ultima misura è stata applicata in quelle entità che confinano con le nuove regioni: Crimea, Sebastopol, Krasnodar, Belgorod, Bryansk, Voronezh, Kursk e Rostov.

Il livello di allerta medio prevede alcune restrizioni di movimento, perquisizioni di veicoli e possibili ordini di evacuazione verso aree sicure.

A Mosca e in altre entità territoriali della Russia centro-meridionale è stato implementato un sistema di disponibilità elevata e nel resto del Paese disponibilità di base.

lam/gfa

READ  Il Costa Rica si congratula con il 17° anniversario del canale multinazionale TeleSUR