Maggio 17, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Barbados alla sua prima elezione generale dopo essere diventata una repubblica

Il premier Mia Motley guida il BLP e l’avvocato Ferla de Pisa alla guida del DLP, sconfitto alle elezioni del 2018, ed entrambi ne misureranno la forza nelle elezioni anticipate, come previsto nel 2023.

Questa sarà la prima elezione parlamentare da quando le Barbados sono diventate una repubblica il 30 novembre 2021, quando la regina Elisabetta II d’Inghilterra non è più il capo di stato ed è separata da secoli di passato coloniale.

Per la prima volta nella nazione caraibica, le donne guidano le principali formazioni politiche.

Secondo i media locali, l’esito più probabile delle elezioni sarà un presidente, un primo ministro e un leader dell’opposizione.

Un totale di 108 candidati provenienti da sette partiti e nove indipendenti parteciperanno a questo giorno delle elezioni, con 266.330 persone che si qualificheranno per votare.

Secondo il supervisore elettorale Angela Taylor, il BLP e il DLP hanno presentato ciascuno una lista di 30 candidati.

Da parte sua, il partito “Alliance for Progress” guidato dal vescovo Joseph Atherley ha nominato 20 candidati e il gruppo Barbados Solutions ha nominato 11 candidati per queste elezioni.

Motley si aspetta che i suoi compatrioti in questo contesto abbiano diversi progetti multimilionari per il paese nel 2022 e che il settore turistico riprenderà la sua posizione di principale fonte di reddito esterno per Barbados nonostante sia gravemente colpito dalla pandemia di COVID-19 . .

Ha inoltre spiegato che il motivo per cui ha chiesto elezioni anticipate era che le Barbados non avrebbero dovuto iniziare il nuovo anno come una “nazione divisa”.

Ha affermato che il suo partito era “disposto a rischiare” di perdere le elezioni per garantire l’unità del Paese.

READ  Ultime notizie e invasione

Ma Motley, che molti analisti caraibici descrivono come un sovrano audace e intelligente, deve affrontare una feroce opposizione da parte di altre forze e figure politiche.

L’ex leader dell’opposizione e capo dell’APP, il vescovo Atherley, ha descritto come sprezzante e irrispettosa la gestione da parte del primo ministro delle migliaia di barbadiani che mercoledì non avrebbero potuto votare perché risultate positive al Covid-19. rapporti.

Ha criticato il fatto che più di cinquemila persone in isolamento domiciliare non potranno esercitare il diritto di voto.

A tal proposito, la Commissione Elezioni e Frontiere ha indicato che in base alle direttive del ministero della Salute, nessuno in isolamento potrà lasciare il proprio posto e recarsi alle urne.

La candidata indipendente di George North, Melissa Tate, ha anche detto alla gente delle Barbados che, visti i problemi che esistono nel paese, era tempo di provare qualcosa di nuovo poiché riteneva che fossero stati delusi dai due principali partiti politici dell’isola.

La professoressa di scienze politiche Christina Hinds ha osservato che l’esclusione dal voto di oggi di migliaia di persone messe in quarantena da Covid-19 solleva interrogativi sulla democrazia, riferisce Barbados Today.

De Pisa ha anche criticato duramente la prima convocazione alle urne in mezzo alla pandemia, definendola una decisione “egoistica” e esortando i Barbados a votare nel giorno in cui spera che il DLP vinca.

Almeno 3.700 funzionari elettorali saranno in servizio mercoledì per assicurarsi che il processo elettorale si svolga senza intoppi.

rgh / per