Maggio 21, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Barcellona ospiterà l’Americas Cup per la vela nel 2024

Primo emendamento: Ultimo aggiornamento:

Barcellona (AFP) – Gli organizzatori della simbolica competizione velica hanno annunciato oggi, martedì, che la prossima edizione dell’America’s Cup si terrà nel 2024 a Barcellona.

La decisione di ospitare la prossima edizione in Spagna segna una nuova rottura nella tradizione dell’evento, che punta a svolgersi nel paese del campione in carica, attualmente la Nuova Zelanda della Nuova Zelanda.

Gli svizzeri di Alinghi hanno organizzato il test a Valencia (Spagna) nel 2007 e nel 2010, e gli americani di Oracle alle Bermuda nel 2017.

La Nuova Zelanda ha mantenuto il titolo lo scorso anno, battendo l’italiana Luna Rossa 7-3 ad Auckland.

“Tenere l’evento in una città importante come Barcellona ci consentirà di promuovere la traiettoria di crescita della ‘competizione’ sulla scena sportiva globale”, ha affermato il CEO del Team New Zealand Grant Dalton nella dichiarazione degli organizzatori.

Le altre tre sedi che aspirano ad ospitare l’America’s Cup 2024 erano Cork (Irlanda), Jida (Arabia Saudita) e Malaga (Spagna).

Nonostante il nome, il Team New Zealand è un’organizzazione privata e non era obbligata a organizzare la difesa del titolo in Nuova Zelanda.

Gli organizzatori avevano annunciato a settembre che avrebbero ritardato la loro decisione sulla sede del 2024, sottolineando che avevano bisogno di più tempo per scegliere tra Auckland o una città straniera, a causa della situazione confinata nella città della Nuova Zelanda, e quindi affrontare la battaglia contro l’alternativa . delta covid-19

Il governo della Nuova Zelanda ha fatto un’offerta di 61 milioni di euro (67,7 milioni di dollari) per mantenere la competizione nel paese, ma i funzionari del Team New Zealand hanno ritenuto l’importo insufficiente.

L’America’s Cup è in mostra al Royal New Zealand Yachting Squadron durante la 36a edizione della Regatta il 15 marzo 2021 ad Auckland Jill Martin Raggett AFP / File

Team Ineos UK, la prossima ‘sfida’

Il Team New Zealand ha confermato che il britannico-britannico Ineos, guidato dalla leggenda della vela Ben Inslee, sarà il contendente ufficiale per l’edizione 2024.

READ  Ram, con un calcio di rigore 2 al Mexican Golf Open

Anche se altre squadre possono partecipare alle regate, lo “sfidante” ufficiale che chiama vincitore è coinvolto nella definizione delle regole e delle condizioni per le gare future con il difensore dell’America’s Cup.

L’edizione 2024 sarà caratterizzata anche dall’incursione della Red Bull Racing, che porterà al mare la rivalità in Formula 1 con la Mercedes, legata all’Ineos Team UK.

Per partecipare alla prestigiosa regata, Red Bull ha collaborato con lo svizzero Alinghi, che ha vinto l’evento due volte (2003, 2007).

Coppa America Vela
Coppa America Vela Vincenzo Levi FB

Il Team New Zealand ha anche confermato che la monoscocca AC75 da 75 piedi (23 metri), che ha debuttato ad Auckland nel 2021, sarà utilizzata di nuovo nel 2024.

Secondo il britannico Ben Ainsley, quattro volte medaglia d’oro olimpica nella vela, l’AC75, che può raggiungere velocità superiori ai 50 nodi (92 km/h) grazie ai suoi ‘fiocchi’ (gli inserti che gli permettono di librarsi sopra l’acqua) , una nuova aria di modernità Per questa competizione, che è una delle competizioni più antiche del mondo dello sport.

L’America’s Cup, a lungo territorio controllato dagli USA (28 vittorie su 29 possibili tra il 1851 e il 1992), ha raggiunto nuove vette negli ultimi tre decenni.

Dal 1995, i neozelandesi hanno raggiunto la finale sette volte su otto e hanno alzato la coppa quattro volte (1995, 2000, 2017, 2021).

In 170 anni una squadra europea, la Svizzera Alingi, ha vinto l’America’s Cup solo due volte, con i successi nel 2003 e nel 2007.