Settembre 28, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bayer conduce una battaglia legale sul glifosato presso la Corte Suprema degli Stati Uniti

16 agosto 2021 | 18:56

Bayer ha presentato ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti per ribaltare una sentenza della corte d’appello a favore di un querelante che accusava il gruppo tedesco che l’erbicida contenente glifosato avesse causato il cancro.

Pochi giorni fa, la casa farmaceutica tedesca ha perso un ricorso contro la sentenza, il suo ultimo tentativo di porre fine a migliaia di cause legali sul prodotto chiamato Roundup.

La Corte d’Appello di San Francisco ha confermato la sentenza del 2019 a favore di una coppia che ha affermato di aver sviluppato il linfoma non Hodgkin (un cancro del sistema linfatico) dopo aver usato Roundup per anni.

L’ultimo ricorso legale di Bayer resta ora in Cassazione.

La società, attraverso la sua controllata Monsanto, ha spiegato in un comunicato che il ricorso presentato al tribunale mira a rivedere la sentenza in due parti.

“In primo luogo, la legge federale sostituisce le affermazioni sulla mancanza di un avvertimento della legge statale al centro del caso (…) in secondo luogo, l’ammissibilità della testimonianza di esperti che si discosta dagli standard federali, consentendo ai testimoni di fornire testimonianze non comprovate sull’oggetto principale in questo caso , un rapporto di notizie sul profilo di sicurezza”, ha detto.

Bayer ha sostenuto che “gli errori della sentenza del Nono Circuito significano che un’azienda può essere severamente punita per la commercializzazione di un prodotto senza preavviso di cancro, mentre il consenso scientifico e normativo quasi universale è che il prodotto non provoca il cancro”.

Le cause legali relative al rapporto di stampa hanno perseguitato l’azienda da quando ha acquisito il marchio come parte del suo acquisto da 63 miliardi di dollari del produttore di sementi e pesticidi per l’agricoltura Monsanto nel 2018.

Lo scorso mese, Bayer ha richiesto un ulteriore accantonamento per controversie legali di $ 4,5 miliardi Per coprire qualsiasi sentenza sfavorevole della Corte Suprema degli Stati Uniti. La cifra è stata aggiunta agli 11,6 miliardi di dollari che la società aveva già accantonato per accordi e azioni legali in questo senso.

Con informazioni da Agence France-Presse