Maggio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bobby Kotick voleva comprare i media per cambiare opinione su Activision Blizzard, secondo il Wall Street Journal.

Ieri è stato annunciato l’acquisto Activision Blizzard Da Xbox per quasi $ 70.000 milioni e, naturalmente, un processo con queste caratteristiche ha molteplici vantaggi e inversioni. Ecco perché nelle ultime ore sono emerse molte informazioni su questo argomento. In questo senso, il Wall Street Journal ora ha conosciuto Dal CEO Bobby Kotick voleva acquistare media per cambiare opinione su Activision BlizzardDi recente, è stata colpita da accuse di molestie sessuali all’interno dell’azienda. Le molestie che lo stesso Kotick avrebbe dovuto conoscere e ha cercato di nascondere.

Secondo questo mezzo (e tramite persone vicine al suddetto CEO), Kotick voleva acquistare portali di videogiochi specializzati molto diffusi negli Stati Uniti come Kotaku o PC Gamer per modificare Storia per Activision Blizzard E non solo facendo eco alla notizia che circondava l’azienda nordamericana. Il Wall Street Journal osserva che la portavoce di Activision Helen Clasky ha negato che Kotick volesse ottenere una di queste pubblicazioni, mentre Kotaku ha rifiutato di commentare queste informazioni.

Microsoft e Activision: cosa significa a livello finanziario e logistico?

Dopo che ieri è stata confermata l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Xbox, un importante media si è concentrato sul personaggio di Bobby Kotick, che Continuerà il suo ruolo di amministratore delegato Fino a quando l’affare non sarà completato. Quando ciò accadrà, sarà Phil Spencer a ricoprire il ruolo di CEO di Activision Blizzard, oltre a continuare come l’attuale CEO di Xbox. A metà dello scorso anno, Activision Blizzard è stata citata in giudizio dal Dipartimento per l’Equo Impiego della California a favore di Accuse di molestie sessuali All’interno dell’azienda, Kotick ne era presumibilmente consapevole. Tuttavia, è stato ratificato subito dopo dal consiglio di amministrazione della società.

READ  Gli abbonati mensili lasciano Blizzard