Settembre 17, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Boeing Starliner torna in fabbrica invece di decollare nello spazio

La fine del gioco Boeing? Nella corsa allo spazio guidata dall’industria, l’americano è comunque seriamente in ritardo, e non è quasi finita. Il secondo volo di prova senza equipaggio della sua capsula spaziale Starliner era previsto per marzo 2021, poi aprile, poi luglio, poi all’inizio di agosto e infine fallì.

Nella notte di venerdì 13 agosto, Boeing ha deciso, come ultima risorsa, di separare la capsula dal razzo Atlas 5 che doveva essere trasportato nello spazio per tornare alla fabbrica. Dato il programma di lancio di questo autunno a Cape Canaveral, spostare lo Starliner sulla rampa di lancio prima della fine dell’anno sembra essere in pericolo. Mancano almeno sei mesi al primo volo con equipaggio possibile, programmato provvisoriamente per l’inizio del 2022.

Un progetto che è stato scelto nel 2014 e non ha avuto successo

Boeing è stato selezionato nel 2014 dalla NASA per sviluppare futuri taxi per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), contemporaneamente al suo rivale SpaceX. Questo per garantire che l’invio di astronauti americani per sostituire lo Shuttle cessasse nel 2011. Contratto con Boeing, un industriale già fortemente coinvolto nel programma spaziale statunitense, con 4,2 miliardi di dollari. SpaceX, un nuovo arrivato all’epoca, ha guadagnato solo $ 2,6 miliardi.

Tuttavia, dopo quasi dieci anni, solo la navicella spaziale SpaceX ha volato. Da maggio 2020, Elon Musk ha già tenuto tre corsi con equipaggio presso la Stazione Spaziale Internazionale, con dieci astronauti, tra cui il francese Thomas Pesquet. Il Boeing Starliner non ha ancora completato un volo di prova senza equipaggio. Il primo, e finora unico, caricamento della capsula spaziale risale a dicembre 2019 e non ha avuto successo.

READ  Asus presenta la sua nuova gamma di laptop ai creatori con una serie di innovazioni | Tecnica

Circa trenta minuti dopo il decollo, il veicolo spaziale è stato messo nell’orbita sbagliata e ha perso il suo appuntamento con la Stazione Spaziale Internazionale. Più pericoloso, Errore fatale Nel programma informatico deve essere urgentemente corretto dalle squadre di terra…sono loro stesse interessate da un problema ai comandi dell’auto!

Questo errore potrebbe aver causato una collisione tra la capsula, dove alla fine si sarebbe trovato l’equipaggio, e l’unità di servizio, la parte che conteneva varie apparecchiature elettriche. Questa parte viene solitamente separata e poi bruciata nell’atmosfera quando l’equipaggio torna sulla Terra.

Problema della valvola irrisolto

Chiaramente, una catastrofe spaziale evitata per un pelo ha spinto Boeing e la NASA a condurre un secondo esperimento senza equipaggio. Sfortunatamente, il secondo tentativo di Starliner di lasciare il punto di tiro fallì. In questa occasione, gli spacciatori sono responsabili delle virate e delle manovre di emergenza fallite.

→ analisi. Richard Branson e Jeff Bezos vanno in vacanza… nello spazio

Più precisamente, le valvole responsabili dell’apertura per alimentare questi propulsori rimangono ostinatamente in posizione chiusa. Diversi interventi all’inizio di agosto sono riusciti ad allentare la maggior parte delle valvole, ma quattro sono state bloccate. Senza che Boeing o la NASA siano in grado di determinare la causa del problema.