Novembre 26, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bolsonaro sta sfidando i risultati delle elezioni in Brasile

(CNN) – Il presidente brasiliano uscente Jair Bolsonaro ha presentato una petizione alle autorità elettorali brasiliane per contestare formalmente i risultati delle controverse elezioni presidenziali di quest’anno.

Bolsonaro ha perso di poco il ballottaggio il mese scorso contro il suo rivale di sinistra. Luiz Inácio Lula da Silvameglio conosciuta come “Lola”, che assumerà la presidenza il 1° gennaio.

Da allora, Bolsonaro Non ha ammesso apertamente la sua sconfittama ha detto in precedenza che avrebbe continuato a “rispettare tutti i comandamenti della costituzione”, il che ha portato gli osservatori a credere che avrebbe collaborato al trasferimento del potere.

Ma nella petizione depositata martedì, Bolsonaro e il leader del suo Partito Liberale di destra hanno affermato che alcune macchine per il voto avevano funzionato male e che tutti i voti espressi attraverso di esse dovevano essere cancellati.

Citando un’analisi di una società assunta dal partito di Bolsonaro, la denuncia afferma che annullare quei voti darebbe una vittoria al presidente in carica.

Sospettano che i militari interverranno nel conflitto in Brasile 1:10

In risposta alla richiesta di Bolsonaro, le autorità elettorali hanno affermato che, poiché le stesse macchine per il voto sono state utilizzate nel primo turno delle elezioni, Bolsonaro e il suo partito dovrebbero modificare la loro denuncia per includere tali risultati affinché il processo raggiunga i tribunali, secondo la CNN . Brasile.

Alexandre Moraes, presidente della Corte suprema elettorale, ha concesso a Bolsonaro e ai firmatari 24 ore per modificare la loro richiesta.

Le accese elezioni del mese scorso sono arrivate in un clima politico teso e polarizzato in Brasile, alle prese con l’aumento dell’inflazione, la crescita limitata e l’aumento della povertà.

READ  L'Argentina indaga su un'esercitazione militare organizzata contro il Venezuela nel 2019

Lula da Silva ha ricevuto più di 60 milioni di voti, secondo il conteggio finale dell’autorità elettorale, il massimo nella storia brasiliana e battendo il proprio record dal 2006.