Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Braun ‘Stokes’ FIA: Verstappen o Räikkönen non otterranno oggi la super licenza

Il CEO di McLaren Racing non è d’accordo con il sistema attuale

La metà della rete IndyCar pensa di poter correre in Formula 1

Il CEO della McLaren Racing Zak Brown ha dato il suo peso alla FIA assicurandosi che nessun due campioni del mondo della statura di Max Verstappen o Kimi Räikkönen di oggi, con il sistema attuale, ottengano l’ultra-licenza per correre in Formula 1.

Il regista americano non è senza motivo, visto che Raikkonen ha trascorso a malapena alcuni anni nelle classi inferiori – come la Formula Renault o la Formula Ford – e Verstappen è saltato in F1 dopo un anno in F1 europea e pochi altri – la Florida Winter Series, ad esempio -.

Infatti, Il sistema per ottenere una super patente è stato modificato dopo l’arrivo di Max Verstappen in Formula 1. Ora è necessario che tu abbia almeno 18 anni e abbia trascorso almeno due stagioni nelle categorie inferiori, oltre ad occuparti in modo più rigoroso di ottenere punti.

Il punto è che Il sistema attuale ha lasciato fuori dalla Formula 1 un sette volte vincitore di IndyCar come Colton HertaZack Brown non è d’accordo.

“Penso che l’intero sistema di licenze dovrebbe essere rivisto. Capisco che le regole sono le regole e non dovrebbero essere infrante, ma mi chiedo se sono quelle giuste”, ha detto Brown, secondo US Motorsport.com.

“Qualcuno del calibro di Colton o Pato o del centro della rete IndyCar può correre in Formula 1. Se qualcuno come Colton, che ha vinto molte gare IndyCar, non è idoneo per una licenza premium, penso che dobbiamo guardare nel sistema delle super licenze.

READ  Boris Becker è stato condannato per quattro reati e potrebbe finire in prigione

“Non credo che Max Verstappen o Kimi Räikkönen si siano qualificati – all’epoca – per la supremazia. Quindi, se guardi indietro, ci sono due piloti campioni del mondo che non avrebbero avuto la super patente con il sistema attuale”.

Sebbene la FIA potesse fare delle eccezioni per quanto riguarda la supremazia, nel caso dell’Herta non è stato così e Dalla Red Bull hanno già rinunciato al “sogno americano”.

Se vuoi leggere altre notizie come questa, visita Flipboard