Dicembre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Canne d’Argentina: un concorso per studenti alla conquista dello spazio | I satelliti sono stati lanciati da un centro spaziale a Cordoba

Cieli limpidi e forte entusiasmo hanno fornito la cornice alle squadre vincitrici di Cansat Argentina per lanciare satelliti progettati e costruiti da studenti di tutto il paese. Cinque gruppi di studenti di Córdoba, Formosa, Misiones e della Città Autonoma di Buenos Aires si sono trasferiti al Centro Spaziale Teofilo Tabanera di proprietà della Commissione Nazionale per le Attività Spaziali (CONAE) a Valda del Canete, alla periferia della provincia di Córdoba. Sotto la guida di specialisti del Conae e della National Technological University, hanno rimosso i manufatti tanto piccoli quanto intricati (devono essere più piccoli di una custodia) e quindi hanno interrotto il loro primo esperimento cosmico.

Hanno condotto vari test e misurazioni: alcuni hanno lanciato la loro missione con un obiettivo Valutazione delle variabili atmosferiche, come temperatura, pressione e concentrazione di anidride carbonica, mentre altri sono stati in grado di esaminare aspetti aggiuntivi come l’inquinamento atmosferico e studiare varie influenze ambientali.. A sua volta, il Ministro della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione ha affermato: Daniel FilmusHa sottolineato che “il Paese che vuole avere un progetto spaziale, e questo lo rispecchia in un piano a lungo termine come il 2030, realizza questo settore e lo considera strategico”. Quindi completare:L’Argentina è uno dei paesi leader nella regione e uno dei dieci paesi al mondo che fanno parte di questo club selezionato. Ha il potenziale per sviluppare questo tipo di tecnologia”.

A partire dal 2020, l’Argentina ha riacquistato interesse per lo sviluppo satellitare e spaziale, sulla base del rilancio di linee di business specifiche come Arsat, il consolidamento di Saocom e la rivalutazione del lanciatore Tronador II, che consentirà alla nazione non solo di possedere i propri possedere satelliti ma anche localizzarli nello spazio. “Dal 2015 al 2019, anche tutto ciò che riguardava lo spazio e la tecnologia satellitare è stato messo da parte”, ha affermato il funzionario.

READ  Lo spazio si preannuncia come il nuovo business delle aziende tecnologiche

Assolti gli istituti tecnici

Nella Falda del Cañete, a lato della strada, Conae dispone di una grande proprietà dove, appunto, si sono riuniti i vincitori del concorso: studenti delle scuole superiori provenienti da tutto il territorio nazionale. Avevano, a partire da giugno e come parte della sfida, Costruire un carico utile delle dimensioni di una lattina e pianificare di lanciarlo su un razzo, utilizzando hardware e software gratuiti. Al concorso hanno preso parte almeno 850 squadre – per un totale di 4.500 studenti – appartenenti a istituzioni pubbliche e private, che hanno ricevuto formazione da diversi specialisti. La condizione era che i gruppi fossero composti da cinque studenti e un insegnante. Di questo totale, solo 28 sono stati precedentemente selezionati e hanno ricevuto le loro collezioni da Conae.

“Cercare la concorrenza cansat Risvegliare i primi appelli dei giovani, con l’obiettivo di scegliere carriere in questo campo e diventare professionisti idonei in un’area complessa e di competitività sempre più internazionale. Allo stesso tempo, lo è Una rivendicazione delle scuole tecniche che svolgono un ruolo importante nella formazione di ingegneri e ingegneri Chi occuperà posizioni cruciali nella nostra economia”, ha spiegato Vilmus e giustificato l’importanza di un evento come questo.

Cinque progetti hanno superato la fase finale, che è riuscita a lanciare i loro satelliti su un razzo (della società Skytec 1,10 m di altezza e 80 mm di diametro: studenti della scuola tecnica n. 9 “Ingeniero Huergo” di CABA (dal suo sito “Caelus ” progetto); Istituto Tecnico San Jose de Cordoba (con “electroSix”); Istituto Tecnico Salesiano Vilada, sempre a Córdoba (“gVIE”); Scuola di Educazione Tecnica n. 3 a Formosa (“Meraki”); e Scuola Tecnica Distrettuale N. 18 a Misiones (“AD Astra”).

Lo studente del team Kordofan “ElectroSix”, Aprile CarballoLe funzioni del suo satellite, ha detto, sono “fare una statistica di pressione, temperatura, anidride e monossido di carbonio”. Questo risponde a un problema ambientale riscontrato nella sua città natale, Giustiniano Bossi: “È una zona industriale, dove abbiamo una discarica e un impianto di riciclaggio all’aperto, quindi assistiamo spesso a incendi. Per il futuro abbiamo in mente progetti che lavorano per aumentare consapevolezza su ciò che questi fuochi producono per noi.” e le industrie.

READ  Il prossimo MacBook Air avrà una "tacca" sullo schermo e un nuovo design

per questa parte, Emanuele Durk, dal team di Ad Astra Missions, che la missione nel suo caso era correlata alla dispersione di ioduro d’argento. Ha avvertito: “Questa è una dimostrazione tecnica, perché questo materiale non era accessibile a causa del costo. Tuttavia, siamo stati in grado di disperdere e raccogliere i dati. Siamo felici”. Per quanto riguarda lo iodio d’argento, ha spiegato che il suo compito era quello di impollinare le nuvole per controllare il freddo. Le missioni sono un’area agricola e le nuvole di grandine tendono a distruggere i raccolti, come tabacco e mais. Quello che pensavamo di fare era impollinare le nuvole in modo che piovesse anziché grandinare”, ha identificato lo studente.

“Voglio evidenziare Federalismo profondo. È stato un concorso a cui hanno partecipato studenti e insegnanti di centinaia di scuole in tutto il paese. È meraviglioso soprattutto perché si tratta di bambini che praticano con tutta la loro determinazione e intelligenza ciò che hanno imparato a scuola”, ha osservato Vilmus.

Argentina: parte di un club scelto

Cansat è una competizione internazionale promossa da agenzie spaziali di vari paesi, tra cui la NASA (USA) e l’ESA (Agenzia spaziale europea). Mira a risvegliare gli appelli scientifici e a democratizzare le condizioni di accesso allo spazio. In questo quadro, l’Argentina ha creato un’impressionante storia satellitare; Infatti, È l’unico paese dell’America Latina che ha i propri satelliti di fabbricazione nazionale.

Due tipi di satelliti sono progettati principalmente nelle terre locali: quelli che forniscono servizi di telecomunicazioni e sono associati all’accesso a Internet, alla trasmissione di dati e alle comunicazioni telefoniche (come singhiozzo) e quelli che generano immagini satellitari della Terra e possono essere utili per prevenire le calamità naturali e controllare le colture (come quelle che compongono la flotta saucom). Entrambi i gruppi di satelliti sono un esempio di capacità tecnologiche domestiche. Con questa premessa, affinché il sistema continui ad autoalimentarsi, è necessario che più professionisti si dedichino al luogo. Aziende come Invap e Veng Sono tra le aziende più prospere in questo settore.

READ  OpenSSL avverte di vulnerabilità critiche

Tra gli altri attori in forte espansione in questo campo Il satelliteGuidato dall’argentino Emiliano Cagerman. È una società locale che sviluppa satelliti di piccole dimensioni e si è iscritta mesi fa Accordo con SpaceX, il miliardario Elon MuskLe sue azioni sono aumentate di oltre il 20%. L’accordo consentirà, nei prossimi anni, la crescita della costellazione di satelliti, che servirà per effettuare una rimappatura della Terra. Satellogic diventerà così una delle prime aziende a coprire l’intera superficie del pianeta utilizzando tecnologie ad alta risoluzione e ad alta frequenza.

Un punto culminante dell’azienda, che attualmente gestisce più di 22 satelliti, è che svolge da sola l’intero processo di produzione: costruisce le sue navi, gestisce i suoi satelliti e genera dati di monitoraggio. Guidare tutti gli anelli della catena consente di ridurre i costi e fornire un servizio di alta qualità a un prezzo inferiore. Entro il 2025, la sua flotta potrebbe essere ampliata a 200 satelliti.

[email protected]