Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Capcom raggiunge il suo obiettivo e trasforma il PC nella sua principale piattaforma di gioco

Poco più di un anno fa Capcom lo so Hai fissato un obiettivo Il che sorprese molte persone all’epoca: l’azienda giapponese voleva ottenere computer diventerà suo Piattaforma di gioco principale, con l’obiettivo di vendere almeno il 50% delle unità delle sue edizioni per PC. Questo era l’obiettivo da raggiungere tra il 2022 e il 2023, ma finalmente L’ha preso in anticipo.

Capcom ha recentemente pubblicato un rapporto sui risultati finanziari (in cui lo abbiamo appreso, tra le altre cose altezza del cacciatore di mostri venduto Più di 11 milioni di unità in tutto il mondoIn una riunione successiva hanno rivelato di aver già raggiunto quell’obiettivo specifico l’anno scorso. Secondo la società, Il 50% di tutte le copie vendute di tutti i loro videogiochi sono state vendute su PC. In effetti, Capcom si è assicurata che i grandi titoli mostrino una crescita continua su quella piattaforma.

Buon livello di vendita in generale

Nello stesso rapporto, l’azienda ha anche mostrato che le sue vendite totali sono migliorate rispetto allo scorso anno. Nella prima metà di quest’anno, le vendite sono migliorate 16,1 milioniSuperamento di 13,2 milioni nella prima metà dell’anno fiscale 2021. Tuttavia, nonostante la crescita, gli ultimi dati non riescono a superare i valori raggiunti dalla società nell’anno fiscale 2020.

Tuttavia, resta da vedere come opererà Capcom in futuro Annunciato il catalogo di videogiochi Motivi di ottimismo: i prossimi lanci più vicini sono Resident Evil 4 a marzo e Combattente di strada VI in Aprile. Ci sono anche giochi forse meno attesi, sì, come nel caso esoprimitivo; E ovviamente stiamo anche aspettando di ascoltare altri nuovi titoli che siano attraenti per la community pragmatica anche Dragon Dogma 2.

READ  La Nana de la Guerrero: uno spazio per trasformare l'infanzia attraverso l'arte - La Prensa