mercoledì, Giugno 19, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Carestia in Sudan e ostacoli agli aiuti umanitari

L’analisi condotta dall’Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra riassume l’avvertimento lanciato venerdì dai capi di 19 organizzazioni umanitarie mondiali, che hanno sottolineato che “moriranno più persone” se persistono gli ostacoli alla fornitura di aiuti.

Secondo la fonte la situazione si fa sempre più cupa, mentre il Sudan sta già attraversando un secondo anno di guerra interna.

Il portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari, Jens Laerke, ha detto ai giornalisti a Ginevra che è probabile che la carestia colpisca vaste aree del territorio sudanese.

Il funzionario ha aggiunto che si prevede che sempre più persone fuggiranno nei paesi vicini, che più bambini moriranno di malattie o malnutrizione e che la sofferenza delle donne e delle ragazze peggiorerà.

I minorenni sono in grave pericolo; Laerke ha sottolineato che hanno da 10 a 11 volte più probabilità di morire rispetto ai giovani e ha condannato “gli ostacoli sistematici e il deliberato rifiuto di accesso da parte delle parti in conflitto” al lavoro degli operatori umanitari.

Ad esempio, i movimenti attraverso le linee di conflitto verso parti di Khartoum, Darfur, Gezira e Kordofan sono stati interrotti da metà dicembre e nei mesi di marzo e aprile di quest’anno quasi 860.000 persone in queste aree sono state private dell’assistenza umanitaria.

Ha spiegato che le condizioni sono pessime e pericolose: gli operatori umanitari vengono uccisi, feriti e molestati, mentre le forniture umanitarie vengono saccheggiate.

Inoltre, la fornitura di aiuti in Darfur continua ad essere minima, a seguito della chiusura del valico di frontiera di Adre tra il Ciad e il Darfur occidentale a febbraio.

Clementine Nkweta Salami, responsabile degli aiuti umanitari delle Nazioni Unite in Sudan, ha affermato giovedì che la popolazione civile è “sotto attacco da tutte le parti”.

READ  Bolsonaro riappare sui social e conferma il motivo del suo ricovero dopo il fallito attacco al potere in Brasile.

Ha spiegato che le strutture mediche, i campi profughi e le infrastrutture civili vitali a El Fasher sono obiettivi di attacchi, lasciando parti della città senza elettricità e acqua.

Nella loro dichiarazione congiunta, i leader delle agenzie umanitarie hanno invitato le parti in conflitto a proteggere i civili, facilitare l’accesso umanitario e dichiarare un cessate il fuoco in tutto il paese.

poesia/mjm

Ciriaco Capone
Ciriaco Capone
"Creatore. Amante dei social media hipster. Appassionato di web. Appassionato fanatico dell'alcol."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles