Maggio 19, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“C’è una mancanza di politiche per l’uso dello spazio per evitare disastri”.  «Giornale e Radio Universidad Chile

“C’è una mancanza di politiche per l’uso dello spazio per evitare disastri”. «Giornale e Radio Universidad Chile



Dopo aver avvertito di significativi aumenti di temperatura in sette regioni del Cile e della loro relazione con gli incendi boschivi, sono emerse preoccupazioni sull’adozione di misure a lungo termine, più che semplici misure preventive.

Mercoledì 1 febbraio 2023 20:05

Nei giorni scorsi le autorità hanno escluso di avvertire la Direzione meteorologica di uno “storico aumento delle temperature” per la regione centro-meridionale del Paese. Una delle preoccupazioni di questo fenomeno sono gli incendi boschivi, per i quali il Sottosegretario al Ministero dell’Interno, Manuel Monsalve, ha confermato che si stanno prendendo misure precauzionali, tra cui il dispiegamento di brigate e velivoli del Corpo Forestale dello Stato (CONAF) e il sostegno del Corpo Forestale dello Stato. Forze armate. A ciò si aggiunge il monitoraggio 24 ore su 24, 7 giorni su 7, da parte di altri enti del Comitato Tecnico composto dal Servizio Nazionale di Prevenzione e Risposta ai Disastri (CINAPRED) e dal Ministero della Salute.

È inoltre necessario rivedere l’eliminazione delle popolazioni delle aree critiche nel follow-up della loro cura, ha affermato Miguel Castillo, esperto di incendi del Dipartimento di gestione forestale e ambiente della Facoltà di scienze forestali e naturali dell’Università del Cile , così come i modelli di saturazione dei suoli e dei servizi essenziali, che sono fattori che portano a incendi più gravi.

“Incendi come quelli che vediamo oggi si sono visti in passato, quello che succede è che il quadro regionale è cambiato radicalmente. Gli incendi non diminuiranno perché il governo sta investendo più soldi nella lotta o addirittura nella prevenzione, e questo è un ambito molto più ampio legato alle politiche di utilizzo dello spazio legate alla legge, all’urbanistica e alle ordinanze edilizie”. Cauto in un’intervista a Radio Diario Universidad de Chile.

Il medico del Dipartimento Risorse Naturali e Sostenibilità ha spiegato che sebbene le fluttuazioni termiche siano esempi tangibili di cambiamento climatico, si sono verificate anche in passato, non necessariamente a causa di questi effetti, mentre anche la rete della vegetazione non è cambiata in modo significativo negli ultimi cinquant’anni , ma ha La diffusione di varie attività umane ha portato ad un aumento della vicinanza alle foreste e ad una crescente domanda di acquaE Il che ha esacerbato la situazione attuale.

Vina del Mar, 12 dicembre 2022. Il personale CONAF lavora per controllare un incendio nel giardino botanico di Vina del Mar.  Raul Zamora/Aton Cile

Viña del Mar, 12 dicembre 2022.
Il personale CONAF lavora per tenere sotto controllo gli incendi boschivi presso il Giardino Botanico di Viña del Mar.
Raul Zamora/Aton Cile

Castillo ha anche fatto riferimento ai protocolli di evacuazione, tenendo conto di casi recenti come il grande incendio di Viña del Mar nel 2022 che ha causato più di mille vittime, nonché dell’esperienza internazionale in materia.

READ  essere in grado di parlare con gli animali

Le tre decisioni di sgombero immediato, di sgombero preventivo con separazione dei ruoli familiari (alcuni lasciano e alcuni restano) e di attesa sono questioni da rivedere. Perché in Portogallo e in Grecia, ad esempio, non hanno risolto e hanno battute d’arresto perché non sanno come andare avanti”.

L’accademico ha evidenziato che nella terza via di evacuazione c’è il rischio di mancato soccorso perché è possibile che l’incendio blocchi tutte le vie di uscita, e quindi, a suo avviso, è necessario esaminare l’ordine che si sta eseguendo in una situazione di emergenza. Situazioni.

Tuttavia, di fronte all’emergenza, le autorità locali hanno adottato le proprie misure in risposta alle ore più calde, come la sospensione del lavoro sul campo nelle imprese, il rafforzamento del divieto dell’uso del fuoco per eliminare i residui vegetali e la sospensione delle attività nell’ambito della agricoltura e silvicoltura.

Nei giorni scorsi le autorità hanno escluso di avvertire la Direzione meteorologica di uno “storico aumento delle temperature” per la regione centro-meridionale del Paese. Una delle preoccupazioni di questo fenomeno sono gli incendi boschivi, per i quali il Sottosegretario al Ministero dell’Interno, Manuel Monsalve, ha confermato che si stanno prendendo misure precauzionali, tra cui il dispiegamento di brigate e velivoli del Corpo Forestale dello Stato (CONAF) e il sostegno del Corpo Forestale dello Stato. Forze armate. A ciò si aggiunge il monitoraggio 24 ore su 24, 7 giorni su 7, da parte di altri enti del Comitato Tecnico composto dal Servizio Nazionale di Prevenzione e Risposta ai Disastri (CINAPRED) e dal Ministero della Salute.

È inoltre necessario rivedere l’eliminazione delle popolazioni delle aree critiche nel follow-up della loro cura, ha affermato Miguel Castillo, esperto di incendi del Dipartimento di gestione forestale e ambiente della Facoltà di scienze forestali e naturali dell’Università del Cile , così come i modelli di saturazione dei suoli e dei servizi essenziali, che sono fattori che portano a incendi più gravi.

“Incendi come quelli che vediamo oggi si sono visti in passato, quello che succede è che il quadro regionale è cambiato radicalmente. Gli incendi non diminuiranno perché il governo sta investendo più soldi nella lotta o addirittura nella prevenzione, e questo è un ambito molto più ampio legato alle politiche di utilizzo dello spazio legate alla legge, all’urbanistica e alle ordinanze edilizie”. Cauto in un’intervista a Radio Diario Universidad de Chile.

READ  Fallout 4 è stato il gioco più venduto di aprile nel Regno Unito, quasi un decennio dopo il suo debutto.

Il medico del Dipartimento Risorse Naturali e Sostenibilità ha spiegato che sebbene le fluttuazioni termiche siano esempi tangibili di cambiamento climatico, si sono verificate anche in passato, non necessariamente a causa di questi effetti, mentre anche la rete della vegetazione non è cambiata in modo significativo negli ultimi cinquant’anni , ma ha La diffusione di varie attività umane ha portato ad un aumento della vicinanza alle foreste e ad una crescente domanda di acquaE Il che ha esacerbato la situazione attuale.

Vina del Mar, 12 dicembre 2022. Il personale CONAF lavora per controllare un incendio nel giardino botanico di Vina del Mar.  Raul Zamora/Aton Cile

Viña del Mar, 12 dicembre 2022.
Il personale CONAF lavora per tenere sotto controllo gli incendi boschivi presso il Giardino Botanico di Viña del Mar.
Raul Zamora/Aton Cile

Castillo ha anche fatto riferimento ai protocolli di evacuazione, tenendo conto di casi recenti come il grande incendio di Viña del Mar nel 2022 che ha causato più di mille vittime, nonché dell’esperienza internazionale in materia.

Le tre decisioni di sgombero immediato, di sgombero preventivo con separazione dei ruoli familiari (alcuni lasciano e alcuni restano) e di attesa sono questioni da rivedere. Perché in Portogallo e in Grecia, ad esempio, non hanno risolto e hanno battute d’arresto perché non sanno come andare avanti”.

L’accademico ha evidenziato che nella terza via di evacuazione c’è il rischio di mancato soccorso perché è possibile che l’incendio blocchi tutte le vie di uscita, e quindi, a suo avviso, è necessario esaminare l’ordine che si sta eseguendo in una situazione di emergenza. Situazioni.

Tuttavia, di fronte all’emergenza, le autorità locali hanno adottato le proprie misure in risposta alle ore più calde, come la sospensione del lavoro sul campo nelle imprese, il rafforzamento del divieto dell’uso del fuoco per eliminare i residui vegetali e la sospensione delle attività nell’ambito della agricoltura e silvicoltura.

Nei giorni scorsi le autorità hanno escluso di avvertire la Direzione meteorologica di un “aumento storico delle temperature” per la regione centro-meridionale del Paese. Una delle preoccupazioni di questo fenomeno sono gli incendi boschivi, per i quali il Sottosegretario al Ministero dell’Interno, Manuel Monsalve, ha confermato che si stanno prendendo misure precauzionali, tra cui il dispiegamento di brigate e velivoli del Servizio Forestale Nazionale (CONAF) e il sostegno del Corpo Forestale dello Stato. Forze armate. A ciò si aggiunge il monitoraggio 24 ore su 24, 7 giorni su 7, da parte di altri enti del Comitato Tecnico costituito dal Servizio Nazionale di Prevenzione e Risposta ai Disastri (CINAPRED) e dal Ministero della Salute.

READ  Il COVID-19 ha imposto una reinvenzione degli spazi: casa e ufficio, con maggiore impatto

È inoltre necessario rivedere l’eliminazione delle popolazioni delle aree critiche nel follow-up della loro cura, ha affermato Miguel Castillo, esperto di incendi del Dipartimento di gestione forestale e ambiente della Facoltà di scienze forestali e naturali dell’Università del Cile , così come i modelli di saturazione dei suoli e dei servizi essenziali, che sono fattori che portano a incendi più gravi.

“Incendi come quelli che vediamo oggi si sono visti in passato, quello che succede è che il quadro regionale è cambiato radicalmente. Gli incendi non diminuiranno perché il governo sta investendo più soldi nella lotta o addirittura nella prevenzione, e questo è un ambito molto più ampio legato alle politiche di utilizzo dello spazio legate alla legge, all’urbanistica e alle ordinanze edilizie”. Cauto in un’intervista a Radio Diario Universidad de Chile.

Il medico del Dipartimento Risorse Naturali e Sostenibilità ha spiegato che sebbene le fluttuazioni termiche siano esempi tangibili di cambiamento climatico, si sono verificate anche in passato, non necessariamente a causa di questi effetti, mentre anche la rete della vegetazione non è cambiata in modo significativo negli ultimi cinquant’anni , ma ha La diffusione di varie attività umane ha portato ad un aumento della vicinanza alle foreste e ad una crescente domanda di acquaE Il che ha esacerbato la situazione attuale.

Vina del Mar, 12 dicembre 2022. Il personale CONAF lavora per controllare un incendio nel giardino botanico di Vina del Mar.  Raul Zamora/Aton Cile

Viña del Mar, 12 dicembre 2022.
Il personale CONAF lavora per tenere sotto controllo gli incendi boschivi presso il Giardino Botanico di Viña del Mar.
Raul Zamora/Aton Cile

Castillo ha anche fatto riferimento ai protocolli di evacuazione, tenendo conto di casi recenti come il grande incendio di Viña del Mar nel 2022 che ha causato più di mille vittime, nonché dell’esperienza internazionale in materia.

Le tre decisioni di sgombero immediato, di sgombero preventivo con separazione dei ruoli familiari (alcuni lasciano e alcuni restano) e di attesa sono questioni da rivedere. Perché in Portogallo e in Grecia, ad esempio, non hanno risolto e hanno battute d’arresto perché non sanno come andare avanti”.

L’accademico ha evidenziato che nella terza via di evacuazione c’è il rischio di mancato soccorso perché è possibile che l’incendio blocchi tutte le vie di uscita, e quindi, a suo avviso, è necessario esaminare l’ordine che si sta eseguendo in una situazione di emergenza. Situazioni.

Tuttavia, di fronte all’emergenza, le autorità locali hanno adottato le proprie misure in risposta alle ore più calde, come la sospensione del lavoro sul campo nelle imprese, il rafforzamento del divieto dell’uso del fuoco per eliminare i residui vegetali e la sospensione delle attività nell’ambito della agricoltura e silvicoltura.