Febbraio 7, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

ChatGPT: il robot AI virale e futuristico che può cambiare tutto | Scienza ed Ecologia | Dott..

ChatGPT, un nuovo sistema di chat basato sull’intelligenza artificiale (AI) dell’azienda OpenAI, ha rivoluzionato Internet negli ultimi giorni e rinnovato il dibattito sulle capacità che questo tipo di strumento potrebbe avere nel prossimo futuro e sulle conseguenze che questo può avere. Effetti.

Rilasciato il 30 novembre, ChatGPT Ci sono voluti appena due giorni per diventare un fenomeno virale e, secondo i suoi creatori, lunedì ha già superato 1 milione di utenti.

Le conversazioni sono naturalmente complesse

L’app, attualmente in fase di test, permette di chattare in più lingue sfruttando un sistema di intelligenza artificiale (AI) in grado di conversare in modo molto naturale su quasi qualsiasi argomento, rispondere a un numero infinito di domande e creare contenuti virtualmente contemporaneamente volta.

ChatGPT è coerente, tiene conto di quanto detto in precedenza in una conversazione ed è in grado di stabilire di quali argomenti è meglio non parlare, come EFE ha potuto verificare.

La sua intelligenza artificiale è alimentata da un enorme campione di testo estratto da Internet, ma il dispositivo non è connesso alla rete in tempo reale e la sua “conoscenza” si interrompe teoricamente nel 2021, quindi non può commentare, ad esempio, i fatti. avvenuto di recente.

OpenAI, l’azienda che lo ha creato, evidenzia soprattutto il formato del dialogo con cui lavora e le possibilità che genera.

“Il formato di dialogo consente a ChatGPT di rispondere a domande di follow-up, ammettere i propri errori, mettere in discussione premesse errate e rifiutare richieste inappropriate”, spiega la società, che è stata co-fondata dall’attuale proprietario di Twitter Elon Musk, tra gli altri, anche se in seguito ha preso le distanze I giganti della tecnologia come Microsoft ci hanno investito.

READ  Hangar 13 sta lavorando su parte del franchise criminale

GPT-3 e DALL-E

OpenAI è noto principalmente per due programmi auto-creati, GPT-3 per la generazione di testo e DALL-E per la generazione di immagini.

ChatGPT può chiedere all’altra persona dettagli e “meno allucinazioni” rispetto a GPT-3, che, nonostante la sua ingegnosità, è in grado di produrre risultati piuttosto anomali, afferma Di Lupe.

ha affermato Sean MacGregor, un ricercatore che raccoglie gli incidenti relativi all’intelligenza artificiale in un database.

Come altri programmi che si basano sul deep learning, ChatGPT ha un grosso punto debole: “Non ha accesso al significato”, spiega de Lupe. Il programma non può giustificare le sue decisioni, cioè spiegare perché le parole che compongono le sue risposte sono scelte in questo modo.

Dai l’impressione che credano davvero

Tuttavia, le tecnologie basate sull’intelligenza artificiale in grado di comunicare sono sempre più in grado di dare l’impressione di credere davvero.

I ricercatori di Meta (Facebook) hanno recentemente sviluppato un programma chiamato Cicero, dal nome dello statista romano Cicerone.

Prova Diplomacy, un gioco da tavolo che richiede ai partecipanti di mostrare i loro talenti negoziali.

“Se non parli come una persona reale – mostrando empatia, costruendo relazioni, parlando correttamente – non sarai in grado di stringere alleanze con altri giocatori”, ha spiegato il gigante dei social media in una nota.

Character.ai, una startup fondata da ex ingegneri di Google, a ottobre ha messo online un chatbot di prova che può assumere qualsiasi personaggio. Gli utenti creano personaggi basati su una breve descrizione e possono quindi “chattare” con un immaginario Sherlock Holmes, Socrate o persino Donald Trump.

Questo grado di sofisticazione affascina, ma preoccupa anche molti osservatori con l’idea che queste tecnologie non vengano utilizzate per ingannare gli esseri umani, diffondendo informazioni false, ad esempio, o creando truffe sempre più credibili.

READ  Questo Xiaomi ha 5G, il moniker "Pro" e un prezzo incredibile

Cosa “pensa” ChatGPT a riguardo?

“Ci sono potenziali rischi nella costruzione di chatbot ultra sofisticati (…) che le persone possano pensare di interagire con un individuo reale”, ammette il chatbot interrogato in merito da AFP. Pertanto, le aziende mettono in atto misure di salvaguardia per prevenire potenziali abusi.

Sulla sua homepage, OpenAI avverte che un chatbot può generare “informazioni errate” o “emettere istruzioni pericolose o contenuti distorti”.

Inoltre, ChatGPT si rifiuta di schierarsi. “OpenAI ha reso molto difficile farti esprimere le tue opinioni”, afferma McGregor.

Il ricercatore ha chiesto al chatbot di scrivere una poesia su una questione morale. Il computer ha risposto: “Sono una semplice macchina, uno strumento a tua disposizione / Non ho il potere di giudicare o prendere una decisione (…)”.

“È interessante vedere le persone chiedersi se i sistemi di intelligenza artificiale debbano comportarsi come vogliono gli utenti o come vogliono i loro creatori”, ha detto sabato su Twitter Sam Altman, co-fondatore e capo di OpenAI.

Ha aggiunto: “La discussione sui valori che dobbiamo dare ai regimi sarà una delle cose più importanti di cui possa godere una società”.

Una finestra sul futuro

Secondo il CEO di OpenAI Sam Altman, ChatGPT è attualmente una “prima dimostrazione” di ciò che sarà possibile con le interfacce linguistiche basate sull’intelligenza artificiale, anche se sottolinea che in questo caso ci sono ancora molte limitazioni.

Altman ha spiegato su Twitter alla presentazione del prodotto.

Usi di ChatGPT

Tra le possibilità che ChatGPT offre al momento, spicca la possibilità di utilizzarlo come rapida alternativa alla ricerca su Google, anche se i suoi risultati sono spesso errati o contraddittori. Naturalmente, se chiedi una delle tue risposte sbagliate, il sistema sarà spesso in grado di ammettere il suo errore e cercare una soluzione.

READ  Come aggiornare WhatsApp su Android

Ma molti utenti nei giorni scorsi hanno evidenziato la capacità dello strumento di aiutare con problemi più specifici: ad esempio, alcuni programmatori lo utilizzavano per scrivere codice complesso velocemente o in un linguaggio insolito, e un professore universitario ha affermato che la chat è stata in grado di rispondere correttamente ad alcune delle le sue domande d’esame.

La capacità di questo tipo di sistema di produrre sceneggiature ben scritte e coerenti consente anche molteplici utilizzi in campo editoriale e giornalistico.

Questa facilità di scrittura ha portato molte voci a prevedere che questo tipo di sistema potrebbe presto sostituire gran parte del lavoro di creazione di contenuti e persino il lavoro dei giornalisti.

POCHI (EFE, AFP)