Dicembre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Ci sono segnali di speranza nel nuovo governo italiano”

Gesti di Metzola durante l’intervista. / Javier Codera

“Non concentrarti solo sulle capitali e raggiungi tutti gli angoli”, fa appello al centro di appoggio maggioritario europeo.

– Cosa ne pensi dell’estrema destra che governa l’Italia?

– L’Italia è un membro fondatore e storicamente molto europeista. Chiedo ai dirigenti ex, ad interim e attuali di mantenere l’Italia al centro dell’Europa.

– Hai paura che non lo farò?

– Sono incoraggiato dal forte europeismo e atlantismo nei rispettivi portafogli. Siamo all’inizio del cammino del nuovo governo, ma ci sono segnali di speranza.

– Sei preoccupato per l’ascesa dell’estrema destra nel continente? Questo è successo in Italia ma è forte anche in paesi come Francia, Svezia, Ungheria, Polonia e Germania.

– Negli ultimi anni, la stanchezza degli elettori si è manifestata in estremi sia a destra che a sinistra. Di conseguenza, il tuo paese è governato da qualcuno che non rappresenti.

– Qual’è la soluzione?

– La responsabilità ricade sulle mie spalle e sui miei colleghi. C’è una maggioranza politica centrista e filoeuropea nel Parlamento europeo e nelle assemblee nazionali. Quella maggioranza ha bisogno di essere rinvigorita, coinvolgere i giovani e garantire che raggiungiamo ogni angolo del paese, non solo le capitali e le istituzioni.

– L’Europa attraversa un periodo di incertezza: movimenti di censura in Italia, Regno Unito, Francia…

– Voglio che ci sia stabilità. Ma ogni paese ha la sua realtà e questa è la democrazia. Viviamo in un’epoca in cui dobbiamo guardare oltre la quotidianità e i politici devono essere impegnati e realistici come l’occasione.