giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Cile e Italia firmano un accordo sul pacciame compostabile

Alcune settimane fa, i dirigenti dell’associazione italiana di categoria Assobioplastiche hanno visitato il Cile e hanno incontrato il ministro dell’Agricoltura Esteban Valenzuela. Durante questo incontro, hanno firmato un accordo di cooperazione per trasferire le conoscenze sulla tecnologia del compostaggio MULCH, la sua applicazione e i vantaggi attraverso un’indagine di 3 anni condotta con il supporto delle Università di Bologna e Salerno in Italia.


NOTIZIE CORRELATE: UE: agrumi in calo del 10% rispetto alla stagione precedente

Portalfruticola.com ha parlato considerando il sostegno alla cooperazione tra i due paesi Andrea Martinetti, presidente della Fondazione Cile Verde, Responsabile del collegamento tra l’associazione di categoria e il Cile. A questo proposito ha sottolineato che l’Italia è un Paese leader a livello mondiale, poiché la raccolta domiciliare dei rifiuti organici viene effettuata da più di 25 anni e sono presenti più di 1.100 impianti di compostaggio. “Ciò ha permesso lo sviluppo di un’intera industria della bioplastica perché il prodotto finisce negli impianti di compostaggio.”

Riferendosi all’importanza del settore agricolo, Martinetti ha affermato: “Il problema dell’agricoltura non è la continua distruzione della terra con fertilizzanti chimici, diserbanti e pesticidi. Perché se uccidiamo la terra è grave. Utilizzando l’esperienza italiana della bioplastica e pacciamatura biodegradabile applicata al terreno, risolve molti problemi legati all’utilizzo della plastica.

Benefici

Il presidente della Fondazione Cile Verde menziona i vantaggi dell’utilizzo del pacciame biodegradabile per l’agricoltura: “Viene utilizzato come strato isolante e protettivo di terra sulla superficie del substrato. È prodotto in Italia sulla base di un polimero brevettato di origine vegetale, il Mater-Bi®. La sua fondamentale caratteristica distintiva rispetto al suo equivalente in plastica è che non necessita di essere rimosso alla fine del raccolto, ma viene fissato al terreno con l’erpice che fornisce le sostanze nutritive al terreno. In altre parole, non crea rifiuti.

READ  Le tracce di Che Guevara in Italia a 56 anni dalla sua morte (+Foto)

Il pacciame consente di risparmiare acqua e di ridurre l’uso di pesticidi ed erbicidi, poiché protegge il terreno e impedisce alle erbacce di venire in superficie.

Martinetti: “Ciò consente un risparmio idrico dal 15% al ​​40%, a seconda della zona e del tipo di coltura. Una significativa riduzione di fertilizzanti chimici e pesticidi, quindi miglioriamo la qualità del suolo e dell’aria.”

Ha detto che la pianta ha prestazioni migliori perché il pacciame consente alle radici di svilupparsi più rapidamente. “Inoltre la produttività per ettaro è quasi raddoppiata, quindi è anche un vantaggio economico. Oltre alla qualità del prodotto, alla pezzatura più grande e al grado Brix più alto, ci sono tanti vantaggi”.

Firma del contratto

Martinetti ha detto di aver incontrato il ministro dell’Agricoltura Esteban Valenzuela, in cui l’Italia ha promesso di cambiare tutte le esperienze. “L’idea è che le indagini che sono state condotte possano essere replicate qui in Cile, perché vogliamo vedere come si comporta il pacciame con le condizioni del Cile.”

Le azioni concordate dalla Fondazione Cile Verde saranno coordinate con l’Università Bernardo O’Higgins e l’Istituto di Ricerca Agricola (INIA) per condurre nuove ricerche nella regione cilena.

Investimento

Quanto al costo del pacciame biodegradabile, Martinetti ha sottolineato che è più costoso e può più che raddoppiare il suo valore, “ma lo smaltimento va considerato nei costi, quindi richiede manodopera, e quando viene rimosso crea microplastiche che entrano nel terreno e sono molto dannosi. Usiamo un prodotto a zero rifiuti. Inizia a valutare la sostenibilità del fatto che è molto importante valutare il rapporto costi-benefici per l’agricoltore.

“La frutta e la verdura assorbono la microplastica – aggiunge l’esecutivo – mentre le radici la trovano e la inglobano nel prodotto. In questo senso l’Europa emanerà una legge molto severa per vietare l’uso della plastica sul terreno e lottare contro la plastica, che sarà eliminata”. una legge per tutelare i consumatori affinché non consumino microplastica Costo-beneficio acquisto È importante capire che il prezzo non è l’unico valore.

READ  Ange Capuozzo torna in Italia

Infine, Andrea Martinetti ha detto che sta cercando sostegno in questo momento per la ricerca sui sacchetti per i vivai, che oggi sono di plastica, “domani potranno essere compost. E con questo abbiamo 0 rifiuti.

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles