martedì, Luglio 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Con volti nuovi, il Messico cerca di cambiare i recenti risultati in Copa America

Dopo aver subito una nuova battuta d’arresto contro gli Stati Uniti, Jaime Lozano sapeva che qualcosa doveva cambiare, altrimenti presto sarebbe stato lui a cambiare lavoro. Quindi l’allenatore della nazionale messicana ha fatto quello che molti gli avevano chiesto di fare: dare una possibilità agli altri giocatori.

Con una rosa rinnovata e la notevole assenza di Guillermo Ochoa, Hirving Lozano e Raul Jimenez, il Messico si presenta alla Copa America 2024 con la missione di lavarsi la faccia dai recenti fallimenti nell’ultima Coppa del Mondo in Qatar 2022 e nella European Nations League. CONCACAF.

Diciotto mesi fa, la nazionale messicana giocò la sua peggiore partecipazione ai Mondiali dai tempi dell’Argentina 1978, quando fu eliminata al primo turno. Lo scorso marzo, la nazionale di Trinidad e Tobago ha perso nuovamente contro il suo tradizionale rivale, gli Stati Uniti, nella finale del campionato regionale della federazione continentale.

Lozano, il secondo allenatore dopo il fallimento in Qatar con l’argentino Gerardo Martino, si è preso il merito di aver vinto la Gold Cup l’anno scorso, beneficiando dell’invio di squadre alternative da parte di Stati Uniti e Canada. Ma questo è rapidamente evaporato con prestazioni mediocri.

La preparazione alla Copa America ha aggiunto ulteriore sale alla ferita quando hanno subito una sconfitta per 4-0 contro l’Uruguay, seguita da una battuta d’arresto per 3-2 contro il Brasile.

Guillermo Martinez festeggia dopo aver segnato un gol per il Messico nell’amichevole contro il Brasile, sabato 8 giugno 2024, a College Station, Texas.

(Julio Cortez/AP)

Nel secondo girone, il Messico aprirà la Copa America Championship affrontando la Giamaica il 22 giugno a Houston, poi affronterà il Venezuela il 26 giugno a Inglewood, California, e la prima fase si concluderà affrontando l’Ecuador il 30 giugno a Glendale, Arizona. .

READ  Fonte: Jimmy Garoppolo dei Raiders (dietro) non giocherà contro i Bears

Storia della pulizia

Lozano conosce bene la pressione dei risultati che soffoca il tecnico messicano, e la sua sedia comincia a scaldarsi. Ha deciso di “sacrificare” diversi dirigenti dello spogliatoio, tra cui Ochoa, che lo ha sostenuto per essere confermato allenatore finale dopo la Gold Cup.

“È importante pensare al processo più che al risultato, vogliamo che non ci siano speculazioni con persone che non sono venute. Tutti capiscono perché stiamo portando nuove persone”, ha detto Lozano, spiegando di aver parlato personalmente con Ochoa , Lozano e Jiménez, oltre a Henry Martin, protagonista del Qatar 2022.

La sconfitta contro gli americani è stata difficile perché il Messico ha rinunciato al dominio nella regione che controllava da anni e da settembre 2019 non riesce a battere il suo vicino settentrionale in una serie di sette partite.

Con la sua decisione di dare una chance ai giovani, Lozano ha messo a tacere le voci che gli chiedevano di muovere i pezzi, nonostante la riluttanza del tecnico a fare un cambio generazionale dopo il fallimento in Qatar. Otto degli 11 titolari contro gli Stati Uniti hanno giocato la partita finale della Coppa del Mondo contro l’Arabia Saudita.

“Sono emozionato e grato per la fiducia dei dirigenti e il sostegno alla mia decisione di costruire qualcosa di diverso da quello che abbiamo e sono grato alle persone che non saranno nella squadra per la loro qualità personale di solito hanno mostrato sostegno e accettato”, ha aggiunto l’allenatore.

Lozano ha detto che nonostante vada con una squadra dominata dai giovani, le aspettative di passare il turno sono le stesse, ma resta da vedere quanto velocemente i nuovi giocatori si adatteranno.

READ  Carlos Alcaraz: “Sono venuto a Indian Wells per difendere il titolo”

L’ex giocatore e capitano della nazionale messicana, Rafael Márquez, ha dichiarato: “Il tempo passa. Ci sono generazioni che premono forte e hanno sete di opportunità”. Ha aggiunto: “L’allenatore è giovane e la Coppa America sarà un criterio importante per sapere come la squadra affronterà il Mondiale”.

Lusso fino al 2026?

Secondo Duilio Davino, direttore delle Nazionali, qualunque cosa accada nel campionato continentale, Lozano resterà in panchina fino alla fine del Mondiale 2026.

“È difficile lavorare a breve, medio e lungo termine se ogni volta che perdi chiedi di cambiare allenatore”, ha detto Davino. Il progetto non si esaurisce con la Copa America o la Gold Cup, ma i suoi fondi verranno ridotti alla fine del Mondiale 2026”.

Per i messicani, questa sarà l’undicesima partecipazione alla Copa America, e la prima dal centenario del 2016, quando salutarono la loro nazionale con una storica vittoria per 7-0 sul Cile nei quarti di finale.

Il miglior risultato del Messico è il secondo posto nel 1993 e nel 2001.

Graziana Spina
Graziana Spina
"Estremo appassionato di tv. Appassionato di cibo impenitente. Tipico esperto di birra. Amichevole esperto di internet."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles