Ottobre 4, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Contiene olio autunnale settimanale. I timori di recessione persistono

8 luglio 2022 | 7:52

Il prezzi del petrolio Sono in rialzo questa mattina, ma si avviano a chiudere la settimana con un calo, poiché cresce la preoccupazione per la diminuzione della domanda dovuta alla maggiore possibilità di una recessione economica.

7:25 (ora di Città del Messico), contratto per agosto Stati Uniti WTI È aumentato dello 0,2% a $ 102,92; allo stesso tempo Brent del Mare del Nord Per la consegna di agosto, è aumentato dello 0,3% a $ 105 al barile.

Non smettere mai di leggere: Citi avverte che il petrolio potrebbe raggiungere i 65 dollari a causa della recessione

Le banche centrali alzano tassi di interesse Per controllare l’inflazione, sollevando preoccupazioni sul fatto che l’aumento degli oneri finanziari possa soffocare la crescita.

Nel frattempo, i massicci test COVID-19 a Shanghai questa settimana hanno sollevato i timori di potenziali blocchi che potrebbero anche influire Domanda di petrolio.

Per quanto riguarda la chiusura settimanale, è stato chiarito che entrambi i contratti chiudono in ribasso, dopo il primo Caduta mensile Da novembre.

Con ulteriori aumenti dei tassi di interesse e la probabile recessione tecnica degli Stati Uniti, le ambizioni del mercato superiore potrebbero essere molto limitate.

Stephen Innes, amministratore delegato di SBI Asset Management, ha detto a Reuters.

D’altra parte, l’Occidente proibisce l’esportazione petrolio russo ha mantenuto i prezzi stabili e deviato i flussi, mentre l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC) e i suoi alleati (OPEC+) sta lottando per rispettare gli aumenti di produzione promessi.

Continua a leggere: Il FMI non esclude una possibile recessione globale nel 2023