Lamezia: aveva investito e lasciato sull’asfalto un giovane senegalese, rintracciato pirata della strada

LAMEZIA TERME – Ha investito un pedone di nazionalità senegalese con un furgone ma non si è fermato e non ha prestato soccorso.

La fuga del cittadino lametino,  45 anni, C.A. è durata poco più di 16 ore. Stamattina è stato rintracciato dalla Polizia Locale che gli  ha contestato la grave violazione.  Erano passate da poco le 18 di ieri, allorquando in via S. Francesco di Paola veniva travolto  un  pedone, che riportava nell’occorso lesioni guaribili in 40 giorni. Dai primi accertamenti sembrerebbe che lo stesso stesse facendo jogging.

Dopo i rilievi di rito ed un’ininterrotta attività di ricerca e di riscontri,  stamattina una videocamera di sorveglianza , ha consentito di individuare il presunto veicolo condotto dall’investitore. Le particolari caratteristiche dello stesso( un furgone da lavoro allestito) unitamente alla conseguente attività di controllo e di riscontro,  ha permesso alla Polizia Locale la completa identificazione del soggetto alla guida. Il veicolo, rinvenuto presso la ditta per la quale lavora l’investitore, al’atto dell’ispezione posta in essere dagli agenti,  recava  gli inequivocabili segni dell’impatto: parabrezza semisfondato ed ammaccature varie causate dalla collisione con lo sfortunato pedone. Il conducente è stato denunciato  all’A.G. per fuga ed omissione di soccorso,  e rischia fino a 4 anni di reclusione. La patente è stata ritirata ed il veicolo condotto da C.A. sottoposto a sequestro a disposizione dell’A.G..
Intanto sembrano migliorare le condizioni del giovane africano attualmente  ricoverato presso nosocomio lametino.