Lamezia, Processo Perseo: nessun ricorso in Cassazione, assoluzione definiva per Giovanni Scaramuzzino

LAMEZIA TERME – Arriva l’assoluzione definitiva per Giovanni Scaramuzzino, avvocato lametino coinvolto nell’Operazione Perseo che in primo grado era stato condannato a 3 anni di reclusione per il reato delle truffe assicurative, mentre era già stato assolto “perché il fatto non sussiste” per il concorso esterno in associazione di tipo mafioso. In Appello erano stati chiesti invece 12 anni di reclusione ma era stato poi assolto «perché il fatto non sussiste». Assoluzione che, sia per le truffe assicurative e il concorso esterno, è diventata definitiva poiché la Procura non è ricorsa in Cassazione. Scaramuzzino era stato accusato di aver fatto incontrare alcuni esponenti della cosca Giampà e il senatore Pietro Aiello, detto Piero, che tre gradi di giudizio hanno dichiarato estraneo ai fatti.