Mileto: lite per futili motivi, 15enne spara e uccide coetaneo

MILETO – Ha appena 16 anni la vittima di una sparatoria avvenuta nella notte scorsa a Mileto nel vibonese. A cader sotto i colpi di pistola, almeno tre, è il giovane Francesco Prestia; a sparare invece sarebbe stato un altro minorenne, A.P., di soli 15 anni, figlio di un noto pregiudicato del posto, che si è poi costituito ai carabinieri indicando il luogo dove giaceva il cadavere.

Il fatto è avvenuto intorno alle 23 di ieri sera in una zona di campagna isolata, quella di rione Calabrò. Dalle prime ricostruzioni pare vi sia stata una colluttazione tra i due giovanissimi nata da futili motivi. Il 15enne avrebbe sparato al 16enne con un’arma regolarmente detenuta e presa ai familiari

Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia e del Nucleo investigativo del capoluogo con la collaborazione dei colleghi della Stazione di Mileto e sotto l’attento coordinamento della Procura dei Minori di Catanzaro.